Ansa News

Si è verificato un errore nel gadget

domenica 26 giugno 2011

DIARES OF A HERO - Behind The Mask


Bravi, bravi davvero questi Diaries Of A Hero, band che ci propone delle incisivi, ma moderne sonorità nel loro pregevole disco "Behind The Mask", caratterizzato da un sound molto vincino al metalcore americano più attuale. Il loro non è uno stile eccessivamente complesso, si basa su un drumming molto diretto ed eccezionale nella sua realizzazione, costantemente in equilibrio, tra sferzate di doppio pedale ed anche interessanti nonché gustosi pattern sui piatti, oltre che sul duo di chitarra ritmica e solista che si incrocia sui riff, fondendosi insieme e creando anche un discreto compromesso dove sono valorizzati entrambi gli strumenti con la ritmica che costruisce un solido muro sonoro e la solista che colora eleganti melodie. Tra i momenti migliori del disco ci sono la opener "Shine Upon The Sun", che si dimostra rabbiosa ed anche radiofonica allo stesso tempo, "Broken Tears" che il ritenfo tra i momenti più originali del disco e "Scars Of Addiction", sicuramente il pezzo più intenso, che tra l'altro è anche l'unica ballad dell'intero disco. Da rimarcare l'interessante mix di metalcore e hard rock di "Southern Belles", brano costruito in chiave metalcore, ma con congrue spruzzate di energia hard rock soprattutto nella parte introduttiva e sulle strofe. Da segnalare anche le atmosfere ed anche malinconiche note di "Ashes In The Rain". Il punto forte di questo disco ad ogni modo, è sicuramente contenuto nella composizione complessiva dei pezzi e nel drumming del bravo Leonard, anche se però c'è il serio rischio di mancare nell'intensità emotiva. Il disco funziona sempre a mio parere nei momenti lenti come nel caso "Scars Of Addiction", ma piace anche nei pezzi più robusti, ruvisi e rabbiosi, complice un pregevole spessore tecnico dei musicisti coinvolti. Le doti artistiche la band le ha è sono davvero tante, anche se ritengo che questo genere musicale, sia limitativo per il loro spessore tecnico musicale, ma i pezzi nel complesso, hanno un impatto molto forte e la loro presa è semplice, per questo non mi stupirei se presto raggiungeranno ampi consensi, perché i Diaries Of Hero sono davvero bravi. Il gruppo riesce a trasmettere le proprie emoziono e questo è un fattore molto importante, non sempre comune nel settore musicale al giorno d'oggi. I Diarie Of Hero sono un gruppo di prospettiva e questo "Behind The Mask" è solo il primo passo verso un grande successo ed un'importante carriera.

Voto: 7,5/10

Maurizio Mazzarella

Nessun commento:

Posta un commento