Ansa News

Si è verificato un errore nel gadget

sabato 9 aprile 2011

E. FINARDI, A. G. D’ERRICO - Spostare l’Orizzonte (Come Sopravvivere a 40 Anni di Vita Rock)


Eugenio Finardi è uno dei cantautori più singolari del panorama musicale italiano. Figlio d’arte con passaporto italo americano (madre cantante lirica e padre tecnico del suono) e con un percorso d’estrazione rock, blues, pop, ha sempre cercato una via personale nella costruzione delle sue opere, sperimentando ed evolvendosi, cercando sempre nuovi percorsi e modalità espressive senza mai andare alla ricerca del successo facile, sebbene quello vero l’ha conosciuto tra gli anni ‘70 ed ’80 con hit come Extraterrestre, Musica Ribelle e più tardi Le Ragazze Di Osaka. La nascita di sua figlia Elettra, affetta da sindrome di Down, il conseguente percorso atto a lenire i tormenti interiori e l’accettazione di tale condizione hanno accentuato la sua spiritualità, la qual cosa si è inevitabilmente riversata sulla concettualità dei propri lavori. Più che un racconto biografico, questo libro nasce da una serie di riflessioni che l’animo profondo di Eugenio ha rivelato ad Antonio G. D’Errico (scrittore, sceneggiatore ma anche biologo, letterato ed insegnante). Il primo illuminista, elettrico, occidentale, il secondo umanista, mediterraneo e levantino danno vita ad un dialogo che solo anime fuori dal comune possono portare avanti con cristallina autenticità. Questo è un libro davvero avvincente, a tratti commovente e che alla fine della sua lettura ti lascia qualcosa dentro. E vi farà amare ancor di più un personaggio come Eugenio Finardi.

Voto: 9/10

Salvatore Mazzarella

Nessun commento:

Posta un commento