Ansa News

Si è verificato un errore nel gadget

lunedì 11 aprile 2011

CRISTIANO FILIPPINI - The First Crusade


Cristiano Filippini è un musicista/compositore proveniente da Pesaro i cui primi approcci alla musica sono stati nelle vesti di chitarrista hard rock. In seguito la voglia di intensificare il legame tra la sua persona ed il mondo delle sette note l’ha portato a studiare teoria e pianoforte presso il conservatorio “Gioacchino Rossini”, sempre nella sua città natale e col maestro Lamberto Lugli (che su questo disco collabora alla composizione delle orchestrazioni), quindi oggi Cristiano è un compositore di colonne sonore per i circuiti televisivi e collabora con la NTMusic di Roma che produce music libraries sempre per questi ambiti a livello internazionale. Quindi è necessario premettere che The First Crusade non è un disco di heavy metal ma l’autore ha proposto questo lavoro alle varie testate che trattano il suo vecchio amore musicale perché è anche vero che proprio tra il nostro pubblico non è difficile trovare frange di ascoltatori che amano, ascoltano e, perché no, studiano musica classica. Tra l’altro è anche interessante l’epico concept che tratta della prima crociata, della cui storia e dei suoi personaggi si narra dettagliatamente all’interno del booklet che ci giunge tra le mani corredato di un bellissimo artwork. In questo lavoro il musicista pesarese si occupa interamente della composizione e dell’esecuzione delle varie partiture e della registrazione, supportato qui e li da vari collaboratori, ma è essenzialmente farina del suo sacco al 99%. Davvero notevoli le visioni musicali composte da Cristiano che riesce a riprodurre in momenti musicali di varia natura le atmosfere che in uno sceneggiato, di cui The First Crusade sarebbe la colonna sonora ideale, sarebbero dipinte con le immagini. Il voto non può essere più alto perché è un lavoro che si rivolge comprensibilmente ad una parte più ristretta dei nostri lettori però sia chiaro che chi ama la musica classica, così come le colonne sonore ben fatte, quindi che si lasciano ascoltare piacevolmente scatenando l’immaginazione dell’ascoltatore, trarrà da questo cd notevole soddisfazione.

Voto: 7,5/10

Salvatore Mazzarella

Nessun commento:

Posta un commento