Ansa News

Si è verificato un errore nel gadget

sabato 6 novembre 2010

ATHORN - Phobia


Vengono dalla Germania questi Athorn, gruppo attivo da circa due anni, che giunge al proprio esordio sul mercato discografico con questo nuovo "Phobia", edito per la AFM Records, dopo la pubblicazione dell'EP "Livable Hatred" dato alle stampe circa un anno fa. Musicalmente siamo nel campo del power/thrash metal, dove gli Athorn cerano di non strafare, cercando di restare saldamente ancorati in quelli che sono i canoni consueti di questo genere musicale, anche se nel complesso in questo "Phobia", dimostrano di essere in possesso di una buona personalità, oltre che di una precisa identità. Il disco lo diciamo in modo onesto, non entusiasma, ma è però un buon album, dove qualche idea originale in più, avrebbe consentito a questo insieme di canzoni, di essere maggiormente apprezzato. I classici ingredienti del genere ci sono tutti, aggressività, grinta e carisma, anche se la violenza allo stesso tempo è stata messa da parte, pur non snaturando il sound robusto e ruvido che deve avere un disco di questo genere metal. La forza degli Athorn però, è quella di avere un sano gusto per la melodia, una componente che rende unico il proprio modo di esprimere la propria arte ed un altro punto di forza del combo teutonico, è quello di essere in possesso di notevoli qualità da un punto di vista prevalentemente tecnico. Soprattuto le chitarre di Stefan Aedo e Tobia Liedke, sono a dir poco eccellenti. Piace degli Athron la caratteristica di puntare su un sound moderno ed attuale, cosa che in un certo senso li distingue dalla massa. Ottima anche la produzione, forse la vera ciliegina sulla torta di questo "Phobia", un disco che non farà gridare al miracolo, ma che si lascia ascoltare con piacere.

Voto: 7/10

Maurizio Mazzarella

Nessun commento:

Posta un commento