Ansa News

Si è verificato un errore nel gadget

martedì 12 ottobre 2010

SECRET SPHERE - Archetype


Un grandissimo disco. Ci sono poche parole per definire l'ultimo lavoro dei nostrani Secret Sphere, una band attiva ormai da oltre dieci anni, che ha prodotto sempre album di grandissima qualità. Questo ultimo capitolo "Archetype" (edito per la Scarlet Records), è il sesto della serie e giunge a distanza di due anni dal precedente "Sweet Blood Theory". Siamo di fronte ad un disco maturo e questo da diversi punti di vista. Tecnicamente i Secret Sphere sono un insieme di musicisti di grande qualità ed immenso talento, lo si percepisce in ogni brano, lo si ascolta in ogni nota contenuta in "Archetype" e tutto questo, non fa che rendere ancora più prezioso un disco che consacra questa band nell'Olimpo del metallo mondiale, non solo italiano ed europeo. Ottima la prova di Gabriele Ciaccia alle tastiere, i suoi interventi sono sempre puntuali e maestosi. Eccellente la prova della sezione ritmica, composta da Federico Pennazzato alla batteria ed Andy Buratto al basso, capaci di donare alla musica dei Secret Sphere il giusto ritmo ed una potenza massacrante. Sbalorditiva la prova delle chitarre, con Marco Pastorino ed Aldo Lonobile abilissimi nei loro assoli taglienti e nei propri duetti d'alta scuola. D'appalusi la prova di Roberto "Ramon" Messina dietro al microfono, grintoso e carismatico, melodico e possente quanto basta. Ma il fattore principale che rende "Archetype" assolutamente meraviglioso, è la maturità raggiunta da questo gruppo in fase di composizione. I brani sono perfetti da ogni dimensione, ma soprattutto sono ispirati e trascinano l'ascoltatore, coinvolgendolo e consentendogli di essere parte di loro. Non è facile emozionare attaverso la musica, ma i Secret Sphere sono riusciti in questo intento, perché non sono solo una semplice band di power metal, ma un insieme di musicisti ed artisti preparati, capaci di creare qualcosa di unico da un punto di vista musicale, ovvero un'entità in possesso di una precisa identità e di una personalità molto forte. Immenso il lavoro svolto in fase di produzione, "Archetype" suona come un disco molto attuale e moderno e giova di un sound limpido e pulito. Poche parole, fatelo vostro, perché questo grruppo non ha nulla da invidiare a nessuno. Bravi Secret Sphere, continuare così!!!

Voto: 9/10

Maurizio Mazzarella

Nessun commento:

Posta un commento