Ansa News

Si è verificato un errore nel gadget

martedì 21 settembre 2010

EDENBRIDGE- Solitaire


Gli Edenbridge hanno raggiunto un apice tale che non hanno più bisogno di alcuna presentazione. Attivi da oltre dieci anni e provenienti dalla vicina Austria, con questo nuovo "Solitaire" (edito per la Napalm Records), che esce a tre anni di distanza dal precedente "MyEarthDream", hanno raggiunto quota sette in fatto di dischi messi sul mercato discografico. Ed ogni album è una piccola perla musicale, un piccolo gioiello destinato a restare intanato nella corona che adorna l'heavy metal di fama mondiale. Forse con "Solitaire" gli Edenbridge non scopriranno nulla di nuovo, ma quello che fanno, lo fanno molto bene. Musicalmente siamo nel campo del power metal di stampo sinfonico, nel complesso sono molti i punti in comune con i nostrani Rhapsody Of Fire, anche se gli Edenbridge hanno uno stile proprio ed un'identità molto precisa, che gli discosta in modo netto dalla band di Luca Turilli. Poi c'è la splendida voce di Sabine Edelsbacher che si dimostra il vero punto di forza della band austriaca. Il difetto di questo pregevole album dal titolo "Solitaire", sta nel fatto che i vari componimenti risultano eccessivamente prolissi e pomposi e questo è quindi un fattore che non giova molto alla musica targata Edenbridge, che potrebbe rendere di più se fosse più snella ed immediata nell'impatto. Ciò però non toglie che "Solitaire" è un gran bel disco, il classico album destinato ad essere amato da una moltitudine di fans e che potrà resistere senza problemi al fattore tempo, perché più si ascolta e più si può amare. Ottima la produzione, egregi gli arrangiamenti. Lo ripetiamo, è un gran bel disco. Questo può bastare per acquistare "Solitaire".

Voto: 7,5/10

Maurizio Mazzarella

Nessun commento:

Posta un commento