Ansa News

Si è verificato un errore nel gadget

domenica 11 ottobre 2009

ECHOES OF ETERNITY - Il Fuoco Eterno


Intervista ai californiani Echoes Of Eternity, ci risponde il chitarrista della band Brandon S. Patton:

Come descriveresti in termini musicali il vostro nuovo album? Vuoi introdurlo?

-Il nostro nuovo album si chiama "As Shadows Burn". Questo disco rappresenta un importante passo avanti per noi in termini di songwriting, performance e produzione. E' un album molto più metal ed è incredibile dal punto di vista sonoro.

Quanto tempo è stato necessario per registrarlo?

-La registrazione vera e propria ha richiesto circa cinque settimane. E' stato fatto da novembre 2008 a gennaio 2009.

Quale è l'origine di una vostra canzone? Come create una canzone?

-Di solito si inizia con Kirk ed io faccio una jam sui riff in mio possesso. Poi stiliamo un determinato quadro per ogni canzone. Registriamo una demo di quanto elaborato ed a quel punto Francine ci lavora sopra e aggiunge che le proprie idee vocali al brano.

Quale è la traccia del tuo nuovo album alla quale ti senti più affezionato?

-Il punto saliente dell'album sarebbe certamente quello più spigoloso, quello più orientato verso il black metal come canzoni, ovvero "Twilight Fires" e "The Scarlet Embrace". Queste due canzoni sono introdotte da alcune voci maschili che ringhiano. "Scarlet", dispone anche di un tema erotico a livello si testo ed è una cosa che accade per la prima volta per noi. Abbiamo volutamente deciso di spingerci contro i limiti di altre persone che hanno impostato su di noi l'etichettare di gothic band, cosa che ovviamente non ci appartiene.

Quali sono le band che hanno influenzato il vostro sound di più?

-Su questo album, siamo stati direttamente influenzati dalle nostre black e death metal band preferite. Dissection, Morbid Angel, vecchi Metallica, Iced Earth e Dimmu Borgir sono alcuni dei gruppi che mi vengono in mente immediatamente.

Cosa vi aspettate dal nuovo album?

-Mi aspetto di alienare alcune persone esistenti del nostri pubblico, oltre ad avere la possibilità di esporci anche ad un pubblico diverso, zittire i critici del passato e creare nuovi critici. Proprio come un qualasiasi album fatto da qualsiasi altra band.

Quali sono le principali difficoltà per una band come la vostra?

-Il nostro principale ostacolo è stato essere etichettati come una gothic band e quindi doverci difendere contro chi ci respinge, senza preoccuparsi di ascoltare l'album.

Sarà di pubblicare un live CD o un DVD?

-"As Shadows Burn" comprende il "making of" del disco, è un DVD che spiega le "forze" che hanno ispirato la creazione di questo album dal suo inizio fino al completamento.

Vuoi lasciare un messaggio ai nostri lettori?

-Vi imploro di sospendere ogni tipo di giudizio sugli Echoes Of Eternity fino a quando non avrete sentito "As Shadows Burn" nella sua completezza. Penso che sia la possibilità di restare sorpresi dalla passione, dalla convinzione e dall'aggressività del nuovo materiale. E' un disco con metal di qualità che si distingue per i suoi vari meriti musicali e merita un ascolto, questo è il mio punto di vista.

Intervista a cura di Maurizio Mazzarella

Nessun commento:

Posta un commento