Ansa News

Si è verificato un errore nel gadget

lunedì 12 settembre 2011

RÊX MÜNDI - IHVH


Si può parlare di un capolavoro vero e proprio, l'ultimo album dei REX MUNDI, prodotto in collaborazione con la "Debemur Morti Productions".

La band black metal francese, formatasi nel 2003, presenta, nel proprio genere, anche qualche influenza atmosferica, nonchè qualche tendenza al doom, riesce a dare una buona impronta di sè con questo prodotto contenente sette tracce e della durata complessiva di circa cinquanta minuti.

E' l'unico album inciso fino a questo momento ed ha per titolo IHVH; non si sa affatto il significato, ma è risaputo che quella del 2011 non è altro che la rimasterizzazione del prodotto uscito già nel 2005, il quale, però, all'epoca, era sprovvisto di etichetta.

Davvero incisivi i cambi di tempo, ma un pò tutte le ritmiche in generale e ciò lo si evince anche dall'ottima qualità della registrazione, che presenta anche un favoloso sound di chitarra e di basso.

Inoltre, lo scream è intonato al punto giusto, anch'esso così dominante, quasi da fare invidia ai grandi talenti vocalists black metal del passato.

Da mettere in rilievo anche quella leggera atmosfera che si avverte appena appena e che trascina l'ascoltatore in un viaggio nell'oscurità, attraverso l'inconscio.

I testi, propri del genere, parlano di occultismo, magia nera, del male in generale.

Si spera che in futuro, il quartetto transalpino riesca a produrre qualche altro capolavoro come quest'ultimo LP.

Voto: 8/10

Antonio Potì

Nessun commento:

Posta un commento