Ansa News

Si è verificato un errore nel gadget

lunedì 12 settembre 2011

ALCHEMY ROOM - Origin Of Fears (A Matter Of Time)


Gli Alchemy Room è un gruppo proveniente dall’area torinese, nato nel 2007 grazie alle idee del chitarrista/tastierista Fabio La Manna. Nel 2009 è uscito il primo lavoro, Origin Of Fears, che viene riproposto da Nomadism Records sotto una nuova veste che vede l’aggiunta di tre nuovi brani che vanno a formare quello che è un vero e proprio ep dal titolo A Matter Of Time, come avete notato nel sottotitolo di questa recensione. Il genere proposto è un prog metal abbastanza variegato che mette molto bene in mostra le capacità compositive di Fabio La Manna e la coesione dei musicisti che lo compongono, tra i quali spicca la brava vocalist Irene Mondino. Un viaggio di ben 75 minuti tra echi di prog più ortodosso, come il new progressive dei Marillion (new negli anni ’80, ormai son passati trent’anni, quindi oggi li possiamo considerare dei classici a tutti gli effetti), psichedelia dei primi Pink Floyd ma anche heavy (…e tenete conto che i Maiden ormai sono progressivi più che mai ) e class metal… oltre agli immancabili Dream Theater ed una vena dark gothic piuttosto insolita, quindi originale, in questi ambiti . C’è però una cosa che ha ulteriormente favorito la mia simpatia verso questi ragazzi… Vedete, pur se qualche composizione può sembrare prolissa, ad esempio La Fin Absolue Du Monde sfiora i 15 minuti, i momenti musicali che le compongono non sono sbrodolate di fredda tecnica senza cuore, frutto di diplomi conseguiti nei vari istituti musicali che ormai invadono la nostra penisola. Si sente a pelle che questi ragazzi hanno lavorato in sala prove insieme, come insieme hanno costruito l’intero lavoro, suonando contemporaneamente come un vero gruppo deve fare. E se questo vuol dire qualche sbavatura di troppo o la batteria che a livello di acustica non è propriamente perfetta (…vogliamo parlare di quella che si ode in St Anger dei Metallica ??!!, quindi niente critiche in questo senso, please…), se la produzione non è iperpatinata, poco importa !!! La musica deve fornire emozioni… e qui ne troverete un bel po’.

Voto: 8/10

Salvatore Mazzarella

Nessun commento:

Posta un commento