Ansa News

Si è verificato un errore nel gadget

lunedì 8 agosto 2011

HARM'S WAY - Isolation


Secondo album quello degli HARM'S WAY, dal titolo "Isolation", che è stato prodotto in collaborazione con l'etichetta newyorkese "Closed Casket Activities". Dopo il 7" EP dell'anno scorso, intitolato "No Gods No Masters", prodotto sempre dalla stessa etichetta, la band dello Stato dell'Illinois torna alla ribalta con questo LP composto da otto tracce di hardcore moderno, con una notevola influenza nu metal, ma anche con un buon pizzico di grind. Il sound delle chitarre e del basso appare davvero molto grezzo, mentre la voce fa ricordare tantissimo il potente growl di Mark "Barney" Greenway della storica band grind-core inglese dei Napalm Death. La registrazione di quest'ultimo prodotto è stata eseguita presso il Bricktop Studio, in collaborazione con Andy Nelson dei Weekend Nachos. Da annotare, comunque, la presenza, in passato, del terzetto statunitense, in alcuni importanti e rinomati festivals hardcore, come il Sound and Fury, il Rain Fest e lo United Blood e sul finire di questa estate, si annuncia la sua presenza anche in un tour che, oltre agli Statin Uniti, comprenderà anche il Canada. Nel complesso, il nuovo lavoro della band di Chicago, lo si può considerare appena appena discreto.

Voto: 7/10

Antonio Potì

Nessun commento:

Posta un commento