Ansa News

Si è verificato un errore nel gadget

venerdì 29 luglio 2011

DOOMRAISER - Mountains Of Madness


Ritornano alla grande i capitolini Doomraiser con un nuovo masterpiece di puro doom metal, questo Mountains Of Madness che non solo conferma quanto manifestato nel precedente Erasing The Remembrance ma, addirittura, prosegue l’operazione di ricerca di nuove forme espressive pur rimanendo saldamente ancorati al genere proposto. E se ci riflettete bene non è affatto facile, infatti non pochi sono i gruppi che partendo con queste intenzioni finiscono con lo snaturare la propria essenza fin quasi a sovvertire le proprie radici. Cosa che non è accaduta affatto ai nostri, che hanno saggiamente lavorato sulle atmosfere, aumentando la componente psichedelica all’interno però di brani ottimamente costruiti, abbastanza lunghi (son 5 tracce) ma senza perdersi in tediosi ed ossessionanti loops strumentali. Il titolo del lavoro, così come la title track, che è un manifesto di questa ricerca atmosferica, traggono ispirazione da un racconto di H.P. Lovecraft, che fornisce lo spunto anche per l’eccellente art work, opera come nel precedente lavoro di Stefano Scagni. Impressionante il wall of sound di Phoenix, graziato anche dagli intensi assoli di BJ al basso e di Drugo e Willer alle chitarre. Re-Connect colpisce per il suo refrain rabbioso ed energico ma ricco di groove. In Vampires Of The Sun le vocals di Cynar ricordano a tratti il Chris Cornell più evocativo mentre Like A Ghost suona come se i Cathedral più sperimentali avessero un cantante tecnicamente migliore (…e bravo ancora Cynar !!!). Niente altri giri di parole: in Italia sono attualmente il gruppo doom n.1 . Si ringraziano BloodRock Records e Black Widow per la collaborazione.

Voto: 8,5 / 10

Salvatore Mazzarella

Nessun commento:

Posta un commento