Ansa News

Si è verificato un errore nel gadget

venerdì 24 dicembre 2010

AOSOTH - Ashes Of Angels


Sono francesi gli Aosoth, band attiva sulle scene del metal mondiale da circa otto anni. Questo "Ashes Of Angels", uscito nell'ottobre del 2009 per la label polacca Agonia Records, rappresenta il loro secondo album in studio, che all'epoca, uscì ad un anno di distanza dall'omonimo disco d'esordio. Se a molti il nome Aosoth potrebbe anche dire poco, può invece suggerire qualcosa di più quello dei Temple Of Baal, il cantante MkM, è infatti membro del gruppo appena citato, mentre il polistrumentista BST è noto maggiormente per la sua militanza nei connazionali Balrog. Musicalmente siamo nel campo del black metal e possiamo serenamente affermare, che ci troviamo di fronte ad un disco composto davvero in modo impeccabile. Negli Aosoth non c'è voglia di scoprire qualcosa di nuovo, o magari di stupire il potenziale ascoltatore con effetti speciali. In loro persiste solo l'intento di fare della buona musica, seguendo quella che è la loro passione. Ecco quindi, che ne è venuto fuori questo pregevole "Ashes Of Angels", ossia un disco che riscopre l'essenza del black metal, ispirandosi alla scena scandinava, puntando il dito in modo marcato su band come Mayhem, Marduk e soprattutto Immortal, infarcendo il loro stile anche di qualche traccia di Emperor, se pur in forma pacata. Non ci sono quindi momenti sinfonici ed orchetrali, ma solo del buon black metal, ben suonato tra l'altro. Con chitarre pesanti e taglienti, ma anche molto tecniche ed efficaci, con una sezione ritmica puntuale, precisa e costantemente massacrante. Un disco quindi fatto con i sacri crismi del genere se vogliamo che non potrà certamente deludere coloro che vivono mangiando pane e black metal. Discreta anche la produzione, forse in questo caso poteva essere fatto qualcosa in più, ma resta comunque un aspetto che non intacca affatto il valore assoluto di "Ashes Of Angels".

Voto: 8/10

Maurizio Mazzarella

Nessun commento:

Posta un commento