Ansa News

Si è verificato un errore nel gadget

giovedì 11 novembre 2010

METHODS OF MAYHEM - A Public Disservice Announcement


I Methods Of Mayhem per chi non lo sapesse, sono una creatura di Tommy Lee, che molti di voi, almeno spero, conosceranno più per la sua militanza nei Mötley Crüe che per il suo matrimonio con Pamela Anderson. Detto questo, il buon Tommy esordì con questo progetto nel 2000, ma non andò tanto bene. Non posso infatti dimenticare il lancio di verdure e pomodori al Gods Of Metal di quell'anno. Conseguentemente, i Methods Of Mayhem sono rimasti in soffitta per dieci anni, per poi essere rispolverati di questi tempi. Ecco quindi arrivare sul mercato discografico questo nuovo "A Public Disservice Announcement", un disco dove Tommy Lee si circonda di altri musicisti, senza però cambiare l'essenza del proprio progetto. Siamo di fronte ad un prodotto altamente commerciale, che però riteniamo possa essere superato. C'è il tentativo di essere moderni, senza però esserlo, c'è il tentativo di essere alla moda senza affascinare e trascinare e l'essenza di rock è quasi del tutto assente. Ne viene fori un disco con qualche hit che poteva andare bene per un telefilm come Dawson's Creek, peccato che Joey, Peacey, Jen e lo stesso Dawson, si sono fermati con la loro serie almeno sette anni fa, questo solo per dire che la musica dei Methods Of Mayhem è in un certo senso superata, nonostante l'eccessivo uso di suoni sintetici e campionati. Il motivo determinante che porta "A Public Disservice Announcement" ad essere una totale delusione, è il fatto che la musica dei Methods Of Mayhem non ha una testa e non ha neanche una coda. Nel senso che non comprendi mai Tommy Lee che tipo di musica vuole suonare, perché c'è un po' di tutto che però non sa di niente. Mi spiace stroncare un disco in genere, ma a me "A Public Disservice Announcement" non è piaciuto per niente.

Voto: 5/10

Maurizio Mazzarella

Nessun commento:

Posta un commento