Ansa News

Si è verificato un errore nel gadget

lunedì 4 ottobre 2010

TRANS-SIBERIAN ORCHESTRA - Beethoven’s Last Night


Immagino sappiate che dietro questo nome si nascondono il mitico vocalist dei Savatage Jon Oliva ed il loro mitico produttore (nonché ‘tuttofare’… tastiere, chitarre, composizione, sound engineering) Paul O’Neil nonché la continua presenza di membri ed ex-membri dei Savatage stessi che si alternano periodicamente nel gruppo assieme ad altri musicisti anche molto conosciuti. Il successo americano della canzone Christmas Eve (Sarajevo 12/24) contenuta nello splendido Dead Winter Dead dei Savatage è stata la scintilla che ha scatenato la nascita del progetto TRANS-SIBERIAN ORCHESTRA nel 1996 e che oltreoceano ha raggiunto lo stato di band multiplatinata. Data la particolarità delle loro esibizioni live che sono molto curate sia dal punto di vista visuale (provate a cercare qualche video su web…) sia dal punto di vista strettamente musicale (non pochi musicisti sul palco…) e quindi di non facile allestimento, l’Europa verrà toccata per la prima volta nel marzo 2011. Nonostante sia fresco di stampa l’ultimo bellissimo doppio album Night Castle,il concept di quest tour è imperniato su Beethoven’s Last Night,ormai un magnifico classico per la band ma per il rock teatrale in generale,uscito nel lontano 2000 ma sempre fresco e godibile all’ascolto come solo ai lavori di grosso spessore si confà. Nonostante la disponibilità solo tramite canali import l’album è sempre stato facilmente reperibile ma data l’occasione del primo tour europeo della TSO, la Bmg ha deciso di ristamparlo con un artwork diverso in edizione esclusivamente ‘europea’. Se vi piacciono i Savatage del periodo Gutter Ballet/Streets ed il rock basato su trame musicali di matrice classica (molte sono le citazioni mutuate da opere di Beethoven) nonché le opere pomposamente e magnificamente arrangiate troverete pane per i vostri denti…

Voto: 8/10

Salvatore Mazzarella

Nessun commento:

Posta un commento