Ansa News

Si è verificato un errore nel gadget

martedì 5 ottobre 2010

DARKSEED - Poison Awaits


I Darkseed vengono dalla Germania e sono attivi dal 1992. Comprendendo anche questo ultimo disco "Poison Awaits", edito per la Massacre Records, all'attivo vantano la pubblicazione di ben sette dischi. Il loro ultimo prodotto prima di "Poison Awaits", era stato "Ultimate Darkness", un disco uscito circa cinque anni fa, che confermava i forti cambiamenti stilistici del gruppo teutonico. I Darkseed infatti, erano nati come band di gothic/doom metal, con forti tracce death, sulla scia di Paradise Lost, Crematory e via discorrendo, tanto che l'album "Spellcraft" raccolse anche una moltitudine di consensi. Successivamente ci fu un cambio stilistico globale, dove molte band dello stesso genere, i Paradise Lost su tutti, diedero una sterzata netta al proprio sound, virando verso lo stile di gruppi come i Depeche Mode, infarcendo la propria musica di suoni moderni e futuristici. Alcune band hanno fatto un netto passo indietro, altre hanno scelto una via di mezzo, i Darkseed invece sono rimasti coerenti con la propria scelta. "Poison Awaits" infatti sembra più un disco dei Depeche Mode che dei Darkseed stessi, questo non significa che la band tedesca abbia voglia di imitare qualcuno, ma solo che in un certo senso questa loro scelta musicale, prende un certo dipo di distanze dal mondo metal, virando verso sonorità più orecchiabili e quindi più commerciali. Il disco non è brutto, contiene canzoni di qualità ed è prodotto in modo maniacale, quasi stupefacente per la propria perfezione dei suoni ed è anche ben suonato, coinvolgendo l'ascoltatore sia da un punto di vista tecnico che emotivo. In sostanza però, resta un lavoro consigliato all'ascoltatore metal medio, che ogni tanto ha voglia di spaziare per cercare qualcosa di innovativo.

Voto: 6/10

Maurizio Mazzarella

Nessun commento:

Posta un commento