Ansa News

Si è verificato un errore nel gadget

martedì 28 settembre 2010

EZIO GUAITAMACCHI - Delitti Rock


In un periodo in cui l’editoria ‘rock’ appare abbastanza florida,tra biografie,autobiografie e saggi di varia natura,nessuno aveva mai pensato a raccogliere in un unico corposo volume (ben 460 pp circa) le morti celebri del rock. Ci troviamo di fronte ad una vera e propria istruttoria condotta minuziosamente sui luoghi del crimine analizzando fatti,scritti,testimonianze cercando di far luce,se mai possibile, sui misteri che hanno circondato questi accadimenti molto spesso ingigantiti a dovere dalla stampa. Passando in rassegna ottant’anni di storia si parte dagli anni trenta/quaranta fino ad arrivare ai nostri giorni con Syd Barret,James Brown,Ike Turner,Rick Wright. In realtà alcune volte i fatti son talmente limpidi e non tanto clamorosi ma per dovere di cronaca nessuno di essi viene trascurato. E’ curioso notare come nella prima parte del libro (quindi la parte riguardante gli episodi più remoti) non poche di queste morti sono avvenute in modo cruento (assassinio),negli anni sessanta per overdose di medicinali antidepressivi e droga per poi passare ad una serie di mai ben provati suicidi. Naturalmente se analizziamo gli ultimi casi dei nostri giorni si può notare come gli artisti più attempati siano stati portati via per eventi naturali. Ezio Guaitamacchi svolge un lavoro eccellente da gran cultore musicale qual’è lui (giornalista,scrittore,direttore editoriale,direttore di master in giornalismo,conduttore televisivo,musicista e grande esperto dell’ambiente musicale…serve altro?) non facendo mancare quando necessario le sue sagge considerazioni. Un divertissement oppure un vero e proprio saggio per tutti gli appassionati di rock che attraverso questo libro saranno in grado di approfondire episodi che per tempismo e modalità sono in fondo lo specchio di come si viveva/vive l’ambiente che circonda il music biz.

Voto: 8/10

Salvatore Mazzarella

Nessun commento:

Posta un commento