Ansa News

Si è verificato un errore nel gadget

lunedì 19 aprile 2010

DROP OF MADNESS - Le Ceneri Della Risurrezione


Intervista ai baresi Drop Of Madness, ci risponde il batterista del gruppo Enrico Buonamico:

Siete appena usciti sul mercato discografico con un nuovo album in studio, potete presentarlo ai nostri lettori?

-Salve ragazzi! Certo! “The Ashes of the resurrection” è un mix di 8 tracce dal sound heavy metal, con ritmiche heavy-power e chitarre e voce graffianti. E’ un must sentrirlo!!!

Come è nata la vostra band e quali sono le vostre origini?

-La band è nata nell’estate del 2005 tra i banchi di scuola, o meglio durante uno sciopero da essa ahahahah è allora che abbiamo capito che la musica sarebbe stata la nostra chiave di Volta..

Come è nato invece il nome della band?

-Puramente per caso, alla prima parola inglese che ci sembrava adatta! Grazie anche ad un ottimo dizionario italiano-inglese.

Ci sono delle tematiche particolari che trattate nei vostri testi o vi ispirate alla quotidianità in genere? Che peso hanno di conseguenza i testi nella vostra musica?

-Ci sono pareri discordanti tra me e il chitarrista, ma alla fine cerchiamo di non uscire fuori tema ed anche fuori genere.. di solito scriviamo i testi in base alle emozioni che ci ispirano le nostre canzoni...

Quali sono gli elementi della vostra musica che possono incuriosire un vostro potenziale ascoltatore e quali sono quindi le qualità principali del vostro nuovo album?

-Sicuramente un ottimo sound prodotto anche dal nostro ingegnere del suono Antonio Tafaro un vero alchimista nella ricerca della perfezione...è difficile essere oggettivi, ma scuramente la voce in primis, gli assoli di chitarra e la permanenza che hanno i ritornelli nella testa!

Come nasce un vostro pezzo?

-A qualcuno viene un idea, l’idea originale viene totalmente storpiata e poco prima di mandarci a f****** nasce un ottimo pezzo che verrà pian piano durante le prove ri-arrangiato a dovere.

Quale è il brano di questo nuovo disco al quale vi sentite particolarmente legati sia da un punto di vista tecnico che emozionale?

-Sicuramente il cuore dell’album ossia “Warriors of light” e “Vision of the prophecy”. Hanno un impronta tecnica e melodica niente male!

Quali band hanno influenzato maggiormente il vostro sound?

-Diciamo gran parte della scena N.W.B.M, gruppi german power e gruppi di origine scandinava...
Per ordine cronologico i Maiden, gli Helloween, gli Ensiferum... poi ogni membro ha i suoi amori personali.

Quali sono le vostre mosse future? Potete anticiparci qualcosa? Come pensate di promuovere il vostro ultimo album, ci sarà un tour con delle date live?

-Di sicuro ci fionderemo sulla promozione dell’album ma abbiamo anche un ottimo materiale pronto per essere registrato ed ascoltato per coloro che lo vorranno chiaro! Abbiamo anche una mappa simile a quella di risiko con tutte le tappe dove inviare materiale e nel caso suonare live!

E’ in programma l’uscita di un album dal vivo o magari di un DVD?

-E’ bello lasciare i propri fans sempre stupiti.. quindi vedremo quello che è nelle nostre possibilità..

Come giudicate la scena musicale italiana e quali problematiche riscontrate come band?

-Perchè l’Italia ha una scena musicale ? Sicuramente il fatto d’essere di “provincia” ci penalizza moltissimo...un grazie in particolare ai locali che ci danno sempre la disponibiltà a suonare.

Internet vi ha danneggiato o vi ha dato una mano come band?

-Meno male che c’è il web! Diciamo che siamo come una goccia di pazzia nell’oceano.

Il genere che suonate quanto valorizza il vostro talento di musicisti?

-A nessuno importa spiccare più dell’altro, è lo spirito di unione per uno stesso obiettivo che ci fa andare avanti e soprattutto la passione e la disponibilità h24 dei membri.

C’è un musicista con il quale vorreste collaborare un giorno?

-Nel lavoro si dice “ah sì quello lo faccio, faccio ESPERIENZA..” siamo un gruppo di mentalità moooolto aperta quindi no limits!

Siamo arrivati alla conclusione. Vi va di lasciare un messaggio ai nostri lettori?

-Cari ragazzi seguiteci anche dal sito www.myspace.com/dropofmadness, se vi serve una musica per darvi la carica non siate tirchi! Regalate alla vostra ragazza un bel cd dei “Drop of Madness” e vi ripagherà a dovere! Ciao a tutti e Stay Metal!

Intervista di Maurizio Mazzarella

Nessun commento:

Posta un commento