Ansa News

Si è verificato un errore nel gadget

giovedì 11 marzo 2010

ELUVEITIE - Tutto Rimane Come Non E' Mai Stato


Intervista agli svizzeri Eluveitie, ci risponde Anna Murphy, strumentista e voce della band:

Come descriveresti in termini musicali il nuovo album? Vuoi introdurlo?

-Finora questo è probabilmente il nostro album più "diverso", ma anche più duro. Ci sono canzoni che sono più "metal" di ogni altra cosa che abbiamo fatto prima d'ora, ma ci sono anche canzoni che hanno un'atmosfera di rock-music. Questo è avvenuto tutto naturalmente, ma è dipeso anche da Ivo che ha scritto tre canzoni complete questa volta, non ha mai contribuito così tanto al songwriting.

Quanto tempo è servito per registrare il disco?

-Circa un mese.

Quale è l'origine di una vostra canzone? Come create una canzone?

-Come saprai Chrigel è il nostro songwriter principale. Lui ci invia le strutture delle canzoni quando sono completamente finite oppure quando devono essere elaborate da noi le melodie. Non ci siamo mai seduti insieme per lavorare su cose che non funzionano bene... abbiamo sempre qualcosa di registrato in casa e poi lo mandiamo in giro per e-mail in modo che tutti possano lavorare su queste idee. La stessa cosa accade quando Ivo, Meri o anche io stessa, scriviamo una canzone.

Quali sono i temi affrontati nel nuovo album?

-Il nostro nuovo album narra di una raccolta di racconti della Gallia antica. Storie particolari, destini individuali e le leggende che sono state trasmesse (in una certa misura frammentaria) in tutti i tempi. In questo album vogliamo considerare queste storie, con un approccio molto critico e magari con un sorriso un po' sarcastico, con l'idea che in sostanza, nessuno sa veramente cosa accadeva allora. E' anche da questo che abbiamo elaborato il titolo dell'album che letteralmente significa "Tutto rimane come non è mai stato".

Quale è il brano del nuovo album al quale ti senti più affezionata?

-"Quoth The Raven", perché la maggior parte del testo e della musica sono state scritte da me. Quindi è quella da un punto di vista personale alla quale mi sento più "attaccata".

Quali sono le band che hanno influenzato il vostro sound maggiormente?

-The Beatles e Darkthrone.

Cosa vi aspettate dal nuovo album?

-Beh, ovviamente, mi auguro che la maggior parte degli appassionati lo ameranno allo stesso modo come piace a noi e che con questo disco potremo avere alcuni nuovi fans. Finora abbiamo ricevuto un feedback molto positivo dai fans e dalla stampa, quindi siamo molto ottimisti! Noi sicuramente faremo un tour molto lungo con il nuovo album.

Cosa ne pensi del music business? Come lo giudichi?

-Beh, è solo quello che è. Non è che non mi interessa, ma fino a quando ho la possibilità di registrare album e suonare dal vivo, non mi interessa quello che succede alle mie spalle se sai cosa voglio dire. Non è certamente un affare onesto al 100%, soprattutto per le grandi etichette ed agenzie... Ma questo è il modo come funziona, dobbiamo convivere con esso.

Quali sono le principali difficoltà per una band come la vostra?

-A casa non sappiamo cosa fare (ride n.d.r.). No, penso che dal momento che siamo così tante persone, è difficile per tutti trovare il tempo per certe cose come le prove del gruppo, il tour e via discorrendo, per cui spesso siamo costretti a fare dei compromessi.

C'è qualche musicista con il quale desideri collaborare un giorno?

-I Finntroll!

Quali sono i programmi futuri per la band? Come volete promuovere il vostro nuovo album?

-Faremo un lungo tour, suoneremo in alcuni festival ed in particolare suoneremo dal vivo nei paesi dove non siamo mai stati.

Sarà pubblicato un live CD o un DVD?

-Niente di particolare è previsto ancora, ma speriamo di sì.

Vuoi lasciare un messaggio ai nostri lettori?

-You guys rock! Grazie mille!!!

Intervista a cura di Maurizio Mazzarella

Nessun commento:

Posta un commento