Ansa News

Si è verificato un errore nel gadget

giovedì 25 febbraio 2010

SCHIZO - Hallucination Cramps


Gli Schizo non hanno certo bisogno di presenzazioni, ma per quei due o tre che non li conoscono, diciamo subito che sono siciliani e vengono per la precisione dalla citta di Catania. Attivi dal 1984, hanno esordito nel 1989 con l'album "Main Frame Collapse", per poi tornare nel 2007 con "Cicatriz Black", preceduto a sua volta dall'EP "Sound of Coming Darkness" del 1994. Oggi eccoli tornare sul mercato discografico per l'etihetta nostrana Scarlet Records con questo pregevole "Hallucination Cramps", un disco eccellente da ogni dimensione ed ogni minimo punto di vista. Un disco coerente, compatto, massiccio, ma soprattutto brutale ed aggressivo. La ricetta è sempre la stessa, tanta rabbia e velocità, conditao dai soliti elementi che hanno reso grande il sound degli Schizo, band che si districa con grande disinvolura tra il thrash ed il black metal, denotando una fortissima personalità ed un'identità precisa, cose che accomunano da sempre il gruppo siculo, ai bravissimi Necrodeath. Ottimi i contenuti tecnici, soprattutto se ci andiamo a soffermare sull'ottimo lavoro delle chitarre, ben modulate ed impeccabili in ogni frangente. Ottima anche la sezione ritmica, un autentico russo compressore inarrestabile capace di piacchiare duro senza alcuna sosta. Impeccabile anche la produzione, che a prescindere dallo stile della band, consente al sound di "Hallucination Cramps" di suonare molto moderno ed attuale. Grande disco, grande disco davvero, com brani dall'impatto molto forte e dalla portata notevole. Bravi Schizo, con "Hallucination Cramps" ci avete stupito un'altra volta.

Voto: 8/10

Maurizio Mazzarella

Nessun commento:

Posta un commento