Ansa News

Si è verificato un errore nel gadget

martedì 23 febbraio 2010

THE KANDIDATE - Until We Are Outnumbered


I The Kandidate vengono dalla Danimarca e sono attivi da circa un anno. Questo nuovissimo "Until We Are Outnumbered" è il loro disco d'esordio ed esce sul mercato discografico per l'etichetta Napalm Records. Nella band troviamo un volto nuovo del metal europeo, ovvero il vocalist Jacob Bredahl, che in molti conoscono per la sua militanza in Hatesphere, Chaosium, Allhelluja, Barcode e Straight to Your Face e questo nel complesso la dice lunga su quella che è la ricetta musicale dei The Kandidate. Fondamantalmente ci troviamo di fronte ad un buon disco di groove metal, con forti tracce anche di death e thrash, ne viene fuori un album estremamente potente e fatto di rabbia e brutalità, con brani dinamici ed ultra veloci, dove non c'è spazio neanche per una minima pausa di riflessione. "Until We Are Outnumbered" suona molto fresco ed anche molto attuale, merito di una produzione che ha donato al disco un soundo molto moderno. Per approccio vengono alla mente gli Slayer, anche se i contentuti sono un pizzico differenti, ma anche simili in certi frangenti. Bene il lavoro delle chitarre, egregia anche la sezione ritmica. "Until We Are Outnumbered" si beve tutto d'un sorso, con brani compatti e dall'impatto molto forte, secchi ed immediati, dove anche la melodia, comunque presente, occupa uno spazio marginale. I The Kandidate non scoprono nulla di nuovo, ma sono in possesso di una forte personalità e sono una band cruda, concreta ed incisiva e questo può anche bastare. Altra nota di non poco conto e la buona qualità tecnica del gruppo, che rende il disco più appetibile e ben distante dalla altre produzioni dello stesso settore. Se amate questo genere vi piacerà sicuramente.

Voto: 7/10

Maurizio Mazzarella

Nessun commento:

Posta un commento