Ansa News

Si è verificato un errore nel gadget

venerdì 18 dicembre 2009

ACACIA AVENUE - L'Arte del Rock Melodico


Intervista ai danesi Acacia Avenue, ci risponde il leader e chitarrista della band Torben Enevoldsen:

Come descriveresti in termini musicali il nuovo album? Vuoi introdurlo?

-Il nuovo album stilisticamente, è un mix tra un hard rock molto melodico ed l'AOR. Alcune delle canzoni sono molto semplici e anche molto più morbide rispetto a qualsiasi cosa io abbia mai fatto in precedenza. Ascolto tutti i tipi di musica, quindi è stato molto divertente andare verso una direzione leggermente differente.

Quanto tempo è stato necessario per registrarlo?

-Io ho lavorato su questo album dando il massimo, così nel complesso è servito come tempo circa anno o giù di lì per completare tutte le registrazioni.

Quale è l'origine di una vostra canzone? Come nasce una vostra canzone?

-Una nuova canzone per me di solito parte da una idea di base, come un riff o anche solamente una linea melodica. Se penso che l'idea ha un determinato potenziale, allora io la registro e costruisco il pezzo su di essa. Alcune canzoni non sono mai completamente finite, perché non credo che siamo abbastanza forti, ma la parte restante finisce per essere registrata.

Quali sono i temi trattati nel vostro nuovo album?

-Le canzoni principalmente parlano d'amore in un modo o nell'altro.

Quale è la canzone del nuovo album alla quale ti senti più affezionato?

-Questa è una domanda alla quale è molto difficile rispondere, ma se sono costretto a scegliere un brano dovrei dire "An Illusion". Adoro il modo con cui questo brano si rivelato alla mia persona. Lars Säfsund è stato molto veloce a scrivere le parti vocali e penso che abbia fatto un lavoro veramente grande!

Quali sono le band che hanno influenzato il vostro sound maggiormente?

-Penso principalmente Giant, Winger e Toto.

Cosa vi aspettate dal nuovo album?

-Sono stato in questo tipo di business per troppo tempo e preferisco essere onesto. Mi auguro solo che l'album vada bene e che le persone possano apprezzare le canzoni, allo stesso come le appreziamo noi.

Cosa ne pensi del music business? Come lo giudichi?

-Mi piace lavorare con la musica, l'esecuzione, la scrittura, la registrazione e quant'altro. Ma per come va il business, posso farne tranquillamente a meno senza esserne coinvolto. Questo album è per me come una linea di fondo, così ingenuo come può sembrare, è tutta una questione di suono, la creatività rende le persone felici. Credo che la maggior parte dei musicisti e dei compositori, lottano con questo problema in qualche modo.

Quali sono le principali difficoltà per una band come la vostra?

-Il problema principale per gli Acacia Avenue è la possibilità di essere in grado di eseguire queste canzoni dal vivo. I cantanti provengono dalla Gran Bretagna, dalla Svezia, dalla Norvegia e dalla Danimarca, e sono tutti ragazzi molto impegnati, e questo costituisce un vero e proprio problema nel metterli assieme in tutti concerti. Non è impossibile, ovviamente, ma sarebbe una sfida mettere in piedi questa cosa.

C'è qualche musicista con il quale desideri collaborare un giorno?

-Sono un bel po' in realtà: Jorn Lande, Russel Allen, Jens Johansson, Simon Phillips, Mike Portnoy, Billy Sheehan e così via...(ride n.d.a.)

Quali sono i programmi futuri per la band? Come volete promuovere il vostro nuovo album?

-Questo dipenderà dai consensi che riceverà il disco. Se l'album andrà bene, penso che tutto sia possibile...

Sarà pubblicato un live CD o un DVD?

-Ripeto, se l'album andrà bene, credo che tutto sia possibile...(ride n.d.a.)

Vuoi lasciare un messaggio ai nostri lettori?

-Vorrei invitare tutti a visitare la nostra pagina My Space per ascoltare le canzoni e leggere le ultime notizie: www.myspace.com/acaciaavenuetheband

Intervista a cura di Maurizio Mazzarella

Nessun commento:

Posta un commento