Ansa News

Si è verificato un errore nel gadget

giovedì 30 giugno 2011

NEROARGENTO - Three Hours Of Sun


Questo progetto, fa capo ad Alessio Neroagento, polistrumentista nostrano che in questo prodotto discografico si occupa anche delle linee vocali. "Three Hours Of Sun", edito dalla nostrana Coroner Records, è il suo disco d'esordio e ci mette in mostra un musicista che con la sua arte cerca di porci in modo concreto qualcosa di moderno ed attuale, ma soprattutto innovativo, capace di volgere costantemente il proprio sguardo al futuro. Nel complesso possiano definire questo stile come una sorta di Electronic Alternative Metal, come se Trent Reznor si unisse ai Linkin Park e cercasse di rendere la loro musica ancora più futuristica. C'è in questo disco un folto numero di inserti sintentici e campionati, ma la componente metal non viene mai a mancare e questo dal mio punto di vista, è un qualcosa di fondamentale. Neroargento quindi, non ha composto un disco di questo tipo per esigenze commerciali, affatto, ma prova semplicemente ad esternare la propria arte cercando di proporre qualcosa di nuovo e certamente di diverso, in un mondo dove spesso si producono album "fotocopia". Neroargento è quindi un artista prima di tutto ed il suo spessore è palpabile per tutta la durata di un album che dal mio punto di vista merita l'attenzione non solo da parte di chi ascolta metal, ma anche da parte di chi non è propriamente amante di musica pesante. I brani hanno un impatto discreto, sonoi di facile presa, si fanno apprezzare senza grossi intoppi e questo consente al disco di scorrere in modo fluido e direi anche dinamico. Ovviamente la produzione, che vede la mano di Ettore Rigotti dei Disarmonia Mundi, anche guest vocals nel disco, risulta assolutamente impeccabile, dona il giusto sound al disco, consentendogli di giovare di maggiore lustro. Per noi un disco di spessore che merita l'attenzione di tutti.

Voto: 7/10

Maurizio Mazzarella

Nessun commento:

Posta un commento