Ansa News

Si è verificato un errore nel gadget

giovedì 30 giugno 2011

GLEN DROVER - Intervista all'Artista


Intervista al mitico chitarrista Glen Drover in occasione della pubblicazione del sul lavoro solista edito da Magna Carta dal titolo "Metalusion":

Come descriveresti in termini musicali il tuo nuovo album? Potresti presentarcelo?

-Penso che sia un mix di metal, prog rock, fusion e jazz. Da qui il nome "Metalusion". Un mix tra il metal e la parola fusione.

Quanto tempo è servito per registrarlo?

-L'album è stato registrato sporadicamente nel corso di un periodo durato circa due anni. In pratica ho voluto registrare ogni volta lo stato d'animo mi ha colpito in un determinato momento.

Quale è l'origine di una tua canzone? Come crei una canzone?

-Di soluto inzio soltanto con un riff. Da un'idea semplice che probabilmente crescerà in una composizione completa. A volte il fiore sboccia, e talvolta no.

Quali sono gli argomenti affrontati nel tuo nuovo album?

-Essento tutto strumentale non ci sono argomenti. Per quanto riguarda i titoli delle canzoni, di solito li creo basandomi su un sentimento che metterò in una canzone in particolare e poi invece che trovare un nome, mi sento meglio nel descrive lo stile.

Qual è il brano del nuovo album al quale ti senti più affezionato?

-Probabilmente "Ground Zero". E' stata una delle prime canzoni che ho scritto per questo disco e penso che sia una buona rappresentazione di un album che ci indica dove stiamo andando come futuro per questa band.

Quali sono le band che hanno influenzato il tuo sound di più?

-Buona domanda. Penso dovrei dire Return to Forever, primo Frank Zappa, Kansas, Gentle Giant, Saga ed i Pink Floyd.

Cosa ti aspetti da questo album?

-Credo che dovrei sperare che le persone che lo ascolteranno ne saranno emozionate come lo sono io dell'album. L'album arriva direttamente dal cuore. Nessun compromesso.

Cosa ne pensi del mondo del music business? Come lo giudichi?

-Penso che ci siano un sacco di problemi di pirateria che devono essere corretti in qualche modo prima che l'industria vada distrutta. Odio dirlo, ma è vero. Sono molto fiducioso che le cose miglioreranno nel tempo.

Quali sono le principali difficoltà per una band come la vostra?

-Nessuna! Facciamo quello che vogliamo fare e ci divertiamo uns sacco facendolo! Andiamo tutti d'accordo, stiamo molto bene assieme e sono molto entusiasta di quello che stiamo creando come band.

C'è qualche musicista con il quale desideri collaborare un giorno?

-Sì, con Al Di Meola Sarebbe bello suonare.

Quali sono i piani futuri per la band? Come volete promuovere il vostro nuovo album?

-Dovremmo iniziare a suonare in tour molto presto. Con c'è nessun piano ancora, ma sono sicuro che pianificheremo alcuni concerti molto presto. Il nuovo sito web sarà presto attivo "www.glendroverband.com", lì si potranno trovare tutte le informazioni del caso...

Pubblicherete un live CD o un DVD?

-Speriamo di sì, ma per ora non abbiamo appena rilasciato il nostro primo album, penso quindi che quel momento sia ancora un po' lontano.

Vuoi lasciare un messaggio ai nostri lettori?

-Grazie per il vostro sostegno e spero di vedervi presto.

Maurizio Mazzarella

Nessun commento:

Posta un commento