Ansa News

Si è verificato un errore nel gadget

lunedì 7 marzo 2011

SUIDAKRA - Book Of Dowth


Gruppo assolutamente interessante quello dei Suidakra, band tedesca attiva dal 1994, che con questo nuovissimo "Book Of Dowth", edito per la AFM Records, giunge alla pubblicazione del proprio decimo lavoro in studio, facendo ritorno sul mercato discografico, a distanza di due anni dal precedente "Crógacht". Da un punto di vista strettamente musicale, la band teutonica conferma ancora una volta l'intenzione di evolvere in modo netto e determinato il proprio sound. Al centro di tutto persiste un folk metal dalle tinte medioevali, notevolmente distante da quello delle scena scandinava e certamente più incline stilisticamente alle origini tedesce della band. Poi c'è l'influenza proveniente dal black metal di matrice melodica, che in "Book Of Dowth" è più un accessiorio che una componente di serie. Detto questo, i Suidakra mettono sul piatto un gran bel disco, coinvolgente al punto giusto e sempre intenso ed ispirato. I brani sono scorrevoli e giovano di un impatto molto forte. Ci sono dei pregevoli momenti melodici, ma ci sono anche episodi di pura rabbia ed aggressività, dove la band perde il lume della ragione, diventato estrema fino all'ennesima potenza, senza esagerare però. Tecnicamente "Book Of Dowth" si dimostra un lavoro di notevole spessore, con chitarre molto graffianti e pungenti, che ben s'intendono con la sezione ritmica, un autentico massacro sonoro. Giova anche al disco, una produzione maniacale, capace di donare alla musica dei Suidakra, un suono molto moderno ed attuale. Disco coerente ed egregio assolutamente consigliato agli amanti del settore.

Voto: 7,5/10

Maurizio Mazzarella

Nessun commento:

Posta un commento