Ansa News

Si è verificato un errore nel gadget

giovedì 17 marzo 2011

CAVALERA CONSPIRACY - Blunt Force Trauma


Dobbiamo presentare i fratelli Cavalera? Direi proprio di no visto che Max ed Igor hanno scritto pagine importanti della storia del metal anche più recente, quindi sono ben conosciuti al grande pubblico. Per dirla con estrema onestà, è un vero piacere vederli di nuovo assieme a fare musica, quindi ogni capitolo del progetto Cavalera Conspiracy è sempre ben accetto. "Blunt Force Trauma", edito per la Roadrunner Records, è il secondo album inciso per questo nuovo "gruppo" e giunge a tre anni di distanza dal pregevole "Inflikted", disco che lasciò presagire un inizio di reunion dei Sepultura, ancora sperato, ma al momento irrealizzato. Musicalmente, anche i contenuti di "Blunt Force Trauma" sono nel complesso prevedibili. C'è la palpabile voglia dei fratelli Cavalera di tornare alle proprie radici, suonando quel thrash metal dai connotati groove che li ha resi tanto celebri. Scordatevi quindi i modernismi dei Soulfly, anche se in alcuni frangenti sono comunque presenti, ma pensate ai Cavalera Conspiracy come alla prosecuzione legittima dei Sepultura di "Arise", "Chaos A. D." e "Roots", perché l'attitudine e lo stile complessivo di "Blunt Force Trauma" hanno molto di quei tre album, se pur con una moderata evoluzione, perché ovviamente le differenze ci sono. Ascoltare la voce di Max sulle note di questo disco, dona comunque un'incredibile sensazione, perché la musica dei Cavalera Conspiracy è trascinante e coinvolgente, pur non contenendo momenti di tecnica sopraffina. "Blunt Force Trauma" è però un disco semplice e spontaneo e questa è la sua forza principale, di consenguenza, pur non avendo le pretese di cambiare il mondo, resta un album intenso, fluido, scorrevole e soprattutto di grande livello comunicativo. Egregia anche la produzione, più che appropriata ai componimenti dei Cavalera Conspiracy. Se amate ed avete amato la musica dei fratelli Cavalera, buttatevi a capo fitto su "Blunt Force Trauma", perché vi farà felici. Nota di croncaca a margine: la limited del disco, contiene tre brani bonus ed un dvd live contentente ben sedici tracce, un altro motivo per farlo vostro!!!

Voto: 8/10

Maurizio Mazzarella

Nessun commento:

Posta un commento