Ansa News

Si è verificato un errore nel gadget

mercoledì 29 dicembre 2010

TEMPLE OF BAAL - Lightslaying Rituals


I Temple Of Baal vengono dalla Francia e sono attivi dal 1998. Questo "Lightslaying Rituals", edito per la polacca Agonia Records nell'ottobre del 2009, è il loro terzo lavoro in studio, giunto sul mercato discografico a quattro anni di distanza dal precedente "Traitors to Mankind". Da un punto di vista prettamente musicale, lo stile della band francese si è notevolemente evoluto rispetto agli esordi. Se infatti inizialmente il sound dei Temple Of Baal si incentrava prevalentemente sul black metal, con i dischi successivi sono state aggiunge fortissimi tracce di un death diretto e massiccio. Ne viene fuori quindi con "Lightslaying Rituals" un disco straordinariamente brutale, dove la rabbia e l'aggressività dominano in ogni brano, ma nel quale viene ad essere determinante in senso assoluto anche il fattore tecnico. Si, perché nei Temple Of Baal e lo diciamo senza alcun stupore, ci sono dei musicisti davvero preparati e di notevole preparazione in senso strettamente artistico. Basta ascoltare l'ottimo lavoro delle chitarre per averne una naturale conferma. Alastor e Amduscias sono stati davvero impeccabili. E che dire della sezione ritmica, un autentico automa inarrestabile, puntuale ed incisivo al punto giusto, dove la metrica viene seguita in modo certosino. Poi al centro di tutto c'è la qualità delle canzoni che è davvereo molto elevata, grazie ad arrangiametni di immenso valore e levatura. Certamente "Lightslaying Rituals" non cambierà gli antichi fasti del metallo estremo, ma può senza alcun dubbio dare un notevole contributo alla causa. Buona anche la produzione, non esaltatante, ma appropriata al genere ed al settore. Se amate questo tipo di musica non ne resterete affatto delusi.

Voto: 8/10

Maurizio Mazzarella

Nessun commento:

Posta un commento