Ansa News

Si è verificato un errore nel gadget

mercoledì 22 dicembre 2010

HELL IN THE CLUB - E' Tempo di Rock!!!


Intervista alla nuova sensazionale band nostrana Hell In The Club, composta da membri di Secret Sphere ed Elvenking, in occasione della pubblicazione del loro primo lavoro in studio "Let The Games Begin". Ci risponde il bassisat della band Andrea "Andy" Buratto:

Siete appena usciti sul mercato discografico con un nuovo album in studio, potete presentarlo ai nostri lettori?

Ciao! "Let the games begin" è il primissimo disco degli Hell in the Club... band nuova ma formata da componenti di band con all'attivo già diversi dischi ovvero Secret Sphere ed Elvenking! La proposta musicale è hard rock rock n roll con svariate influenze...si va da sonorità del nuovo filone sleaze svedese o new rock americano fino a suoni settantiani e ottantiani... Ce n'è per tutti i gusti insomma. Siamo molto soddisfatti del risultato finale sia dal punto di vista compositivo che dal lato della produzione...tutto ciò che avevamo intenzione di fare siamo riusciti a farlo!

Come è nata la vostra band e quali sono le vostre origini?

-Sono dieci anni circa che cerco di formare una band con queste sonorità..l'hard rock è la mia passione fin da quando ero bambino... ma per un motivo o per l'altro non sono mai riuscito a formarla come volevo io. Sono cresciuto con band come Motley Crue, Guns n Roses, Poison, Aerosmith ecc ecc e sono molto legato anche alla nuova ondata RNR quindi uno dei miei sogni è sempre stato quello di fare qualcosa in questo stile. Dopo svariate formazioni non andate a buon fine ho conosciuto Picco(chitarrista degli hell in the club)... mi è subito piaciuto il suo modo di suonare e gli ho chiesto se gli andava di aiutarmi a registrare alcune canzoni che avevo in testa così per sentire come potevano suonare... per curiosità... e da subito il materiale mi è sembrato ottimo... nel mentre ho conosciuto Dave degli Elvenking e ho scoperto in lui la stessa passione verso il mondo dell'hard rock... gli ho proposto se voleva cantare i miei pezzi e da li è poi partito tutto!

Come è nato invece il nome della band?

-E' un modo per dire divertiti, l'idea l'abbiamo presa da un termine del wrestilng... hell in a cell è la lotta dentro la gabbia... noi la facciamo nel club suonando.

Ci sono delle tematiche particolari che trattate nei vostri testi o vi ispirate alla quotidianità in genere? Che peso hanno di conseguenza i testi nella vostra musica?

-I testi parlano di esperienze o riflessioni personali... alcuni sono festaioli altri più riflessivi... tutti quanti sono scritti in modo tale che ogni persona possa leggerli nella propria ottica e secondo le proprie esperienze... ci tengo ai testi e credo che siano parte fondamentale di una canzone... anche se ironici o scherzosi.

Quali sono gli elementi della vostra musica che possono incuriosire un vostro potenziale ascoltatore e quali sono quindi le qualità principali del vostro nuovo album?

-Beh questo penso che principalmente spetti a chi ascolta dirlo... a mio avviso è un ottimo disco di rock n roll... e spero che diverta ed emozioni chiunque lo ascolti.

Come nasce un vostro pezzo?

-In modo spontaneo... viene in testa un idea e la si registra da qualche parte... poi la si sviluppa fino a farla diventare lo scheletro del pezzo finito... da qui ogni volta che arriva l'idea di arrangiamento la proviamo e vediamo che succede... per concludere poi ci mettiamo sopra il cantato... tutto senza pensarci sopra più di tanto...

Quale è il brano di questo nuovo disco al quale vi sentite particolarmente legati sia da un punto di vista tecnico che emozionale?

-Sarà scontato ma dopo dieci anni che ci provo questi pezzi li amo tutti uno ad uno come figlioletti.

Quali band hanno influenzato maggiormente il vostro sound?

-Tutto ciò che è hard rock o rock n roll!!!! fra le band più ascoltate da tutti noi sicuramente ci sono Aerosmith, Motley Crue, Bon Jovi , AC/DC... ma anche cose vecchie vecchie come Elvis, Jerry Lee... o roba nuova nuova come Harcore Superstar, Hinder ecc ecc.. i grandi mostri del rock insomma .. dei tempi che furono e dei tempi che sono.

Quali sono le vostre mosse future? Potete anticiparci qualcosa? Come pensate di promuovere il vostro ultimo album, ci sarà un tour con delle date live?

-Si, non vediamo l'ora di andare a suonare dal vivo... vogliamo portare il disco on the road il prima possibile e ovunque si può... sia in Italia che all'estero... abbiamo la fortuna di essere pubblicati in quasi tutta europa e speriamo di ricoprire presto tutti i paesi che mancano...e ovunque potremo andremo a suonare live!

E' in programma l'uscita di un album dal vivo o magari di un DVD?

-Al momento dopo un solo disco è un pò prestino.

Come giudicate la scena musicale italiana e quali problematiche riscontrate come band?

-In Italia ci sono ottime band sia nel metal che nel rock n roll... purtroppo la mentalità italiana non supporta sempre le proprie band... ci sono pochi spazi, poca attenzione, pochi soldi... e spesso un gruppo viene tagliato fuori dal proprio pubblico proprio perchè è nazionale... non c'è molta curiosità sulle band nuove... all'estero funziona diversamente... in Svezia o fFnlandia ad esempio il pubblico supporta la propria scena, i media pure...e piano piano si sono sempre migliorati e hanno infine invaso il mercato mondiale... mica scemi...

Internet vi ha danneggiato o vi ha dato una mano come band?

-Fino ad ora nessun danneggiamento... anzi... colgo l'occasione per ringraziare tutte le persone che ci scrivono sui nostri siti facendoci mille complimenti e dimostrando grande attenzione e supporto per il progetto...

Il genere che suonate quanto valorizza il vostro talento di musicisti?

-Per me un musicista è valido quando riesce a comunicare qualcosa di buono... e il rock n roll è un ottimo modo per farlo.

C'è un musicista con il quale vorreste collaborare un giorno?

-Ce ne sono per così... ma cito un grande musicista che un giorno mi avrebbe reso davvero felice anche solo conoscere... ma putroppo non c'è più... Steve Lee dei Gotthard... uno dei più grandi cantanti rock degli ultimi anni...

Siamo arrivati alla conclusione. Vi va di lasciare un messaggio ai nostri lettori?

-Certamente!!! Ragazzi fateci sapere che ne pensate della nostra musica...comunicate con noi e speriamo di conoscerci un giorno on the road per far festa insieme!ROCK N ROLL!!!

Intervista di Maurizio Mazzarella

Nessun commento:

Posta un commento