Ansa News

Si è verificato un errore nel gadget

martedì 2 novembre 2010

CRISTIANO GODANO - Nel Vuoto (Libro+DVD)


Avete ben presente i Pink Floyd del primo dei due dischi che compongono Ummagumma ? Ebbene,fu forse uno dei primi dischi sperimentali nella storia del rock,dove ognuno dei componenti fissava per l’eternità sensazioni sonore sotto forma di canzoni (Gilmour) o nella forma di effetti e rumori vari. Vi ricordate poi nel Live At Pompei la parte centrale di Echoes dove Gilmour tirava fuori dalla chitarra tutti quei bei rumorini ? Tutto questo è ciò che mi è tornato in mente guardando letteralmente rapito il dvd incluso in quest’opera multimediale di Cristiano Godano,leader dei Marlene Kuntz,uno dei gruppi più innovativi ed originali della scena rock italiana, e artista più che completo perché oltre a comporre,suonare la chitarra e cantare,oggi è anche attore,scrittore e docente di Scrittura Creativa per la Musica alla Cattolica di Milano. Nel Vuoto è il primo reading-concerto dei Marlene Kuntz con Godano (voce e chitarra) e Riccardo Tesio (chitarra) che su un palco spoglio,dove trovano posto solo due sedie,amplificatori ed effetti per chitarra,danno vita ad una vera e propria trasfigurazione in voce e musica di un incubo. Un uomo rimasto intrappolato in ascensore,precipita dal dodicesimo piano di un palazzo,metro dopo metro a velocità vertiginosa ,in una caduta che dura giorni e giorni,attendendo uno schianto liberatorio che non arriverà mai. La voce di Godano,ora soffusa,ora graffiante,ora angosciante insieme alle due chitarre,ora arpeggiate,ora distorte,ora in pieno trip cacofonico,per circa 45 minuti alternandosi con immagini geniali di un attore che simula all’interno dell’ascensore l’angosciosa discesa,ipnotizzano colui che avrà voglia di avventurarsi in questo viaggio del tutto particolare…Al dvd che esce per Rizzoli è accluso il libro I Vivi pubblicato originariamente nel 2008 da cui Nel Vuoto è tratto. Se siete in cerca di nuove emozioni e qualcosa di originale prendete seriamente in considerazione questo lavoro.

Voto: 9/10

Salvatore Mazzarella

Nessun commento:

Posta un commento