Ansa News

Si è verificato un errore nel gadget

mercoledì 20 ottobre 2010

RAISING FEAR - Eternal Creed


Qui in Italia abbiamo un grandissimo patrimonio metal costituito da una folta schiera di gruppi che pur essendo costituiti da gente consapevole che non riuscirà a fare della musica la sua professione (magari lo sogna…) suona meglio di tanti che si spacciano per professionisti. Ed i Raising Fear suonano…e come se suonano!!! Nati nel 2000, dopo un promo e due album (Mythos nel 2005 e Avalon nel 2006) e dopo aver inserito nel proprio carniere numerose esibizioni live accanto a nomi dal blasone elevato della scena italiana (White Skull, Domine) e della scena internazionale (Dio, Saxon, Oliva’s Pain), rilasciano questo Eternal Creed,il terzo album, che possiamo considerare l’album della maturità dei Raising Fear,l’album in cui il loro stile raggiunge la perfezione e regala agli ascoltatori una prova maiuscola. Il loro è un power speed che prende le mosse dai prime movers come Blind Guardian e co. per poi rielaborarne gli insegnamenti con un gusto che solo le band di casa nostra possono vantare…Certo, chi pretenderà l’originalità a tutti i costi avrà sempre qualcosa da replicare,al contrario invece chi saprà apprezzare avrà tra le mani un cd con brani di alta caratura (colpiscono Find Your Life e la finale Symbols From The Past), suonati da musicisti eccelsi (spiccano il lavoro delle due chitarre così come le vocals di Rob Della Frera,i neccepibile la prova della sezione ritmica…da manuale del power…) e prodotto e registrato ottimamente da Nick Savio (ex-White Skull…a proposito, attualmente è proprio il drummer di quest’ultimi,Alex Mantiero, che ha preso il posto di Cristian Galimberti) nei suoi Remaster Studios di Vicenza. Chi segue il genere penso che a questo punto non debba esitare…

Voto: 8,5/10

Salvatore Mazzarella

Nessun commento:

Posta un commento