Ansa News

Si è verificato un errore nel gadget

mercoledì 27 ottobre 2010

AMBERIAN DAWN - End Of Eden


Questi Amberian Dawn vengono dalla Finlandia e sono nati circa quattro anni fa. Questo nuovissimo "End Of Eden", edito per la Spinefarm Records, è il loro terzo album in studio che giunge sul mercato discografico a distanza di un solo anno dal precedente "The Clouds of Northland Thunder" ed a due dal pregevole esordio "River Of Tuoni". Musicalmente siamo nel campo del neoclassical power metal, dove il gruppo scandinavo mostra una certa affinità con band come Stratovarius, Rhapsody Of Fire ed i Nightwish degli esordi. In un certo senso, se mescoliamo lo stile ed il sound di questi tre gruppi, viene fuori in automatico quella che è la musica degli Amberian Dawn, che però in un mercato colmo ed a volte intasato di uscite discografiche, si dimostrano una band nel complesso originale e dotata anche di una forte personalità, oltre che di una precisa identità che li distingue dalla massa in modo particolare. Andando dritti al sodo, questo "End Of Eden" è davvero molto bello. E' un disco dotato di una melodia affascinante, di momenti avvolgenti ed ammalianti, questo merito di componimenti intensi ed anche molto ispirati. Merito anche della prova eccelsa della splendida cantante Heidi Parviainen, la cui voce si dimostra il vero punto di forza del gruppo scandinavo. Anche le tastiere di Tuomas Seppälä recitano un ruolo particolare, ricordano in modo marcato quelle di Jens Johansson degli Stratovarius, ma donano a "End Of Eden" un tocco sublime di nobiltà. Tecnicamente ci troviamo di fronte ad un lavoro di livello straordinario, concetto rinforzato dalla buona prova delle due chitarre di Kasperi Heikkinen e Kimmo Korhonen, che formano una sinergia assolutamente perfetta. Ottima la produzione e questo è un fattore di non poco conto, perché un altro punto di forza di "End Of Eden" è il suono pulito e molto attuale. Un buon disco, da avere assolutamente per i sostenitori di questo settore musicale.

Voto: 8/10

Maurizio Mazzarella

Nessun commento:

Posta un commento