Ansa News

Si è verificato un errore nel gadget

venerdì 9 aprile 2010

RAVEN - Gli Architetti della Paura


Intervista ai mitici Raven, ci risponde il leader del gruppo britannico John Gallagher, voce e basso della band, in occasione della pubblicazione dell'ultimo lavoro "Walk Through Fire":

Come definiresti in termini musicali il vostro nuovo album? Vuoi presentarlo ai lettori di Informazione Metal?

-Il suo viso e di puro METAL al 100% ad altissima energia!!! Il miglior album che abbiamo fatto in un lunghissimo archo di tempo!

Quanto tempo è stato necessario per registrarlo?

-In fondo ci sono voluti dieci anni, perché mio fratello Mark (il nostro chitarrista), ha avuto un brutto incidente nel 2001 ed è quasi morto, quindi questo ritardo è dovuto a questo motivo, ma una volta abbiamo terminato le canzoni, ci siamo recati in studio e siamo rimasti lì forse tre settimane, poi ci siamo seduti con la musica, abbiamo preso appunti, ascoltato il mixing, fatto il mizx di nuovo e di nuovo e masterizzato e di nuovo! Quindi siamo stati in grado di fare questo disco come volevamo!

Qual è l'origine di una vostra canzone? Come create una canzone?

-Si può partire in genere sia dalle varie jam della band o da un lavoro singolare, per esempio mi limito a suonare la chitarra ed a registrare ogni idea che ho, poi ci ritorno sopra e finisco la canzone, a volte è ancora grezza, altre il brano è già completo e poi scrivo il testo!

Quali sono gli argomenti trattati nel nuovo album?

-Un sacco di canzoni si riferiscono a come superare le difficoltà, come appunto "Walk Through Fire oppure "Armaggeddon" oppure problemi sociali come "Trainwreck") un sacco di cose insomma!

Qual è il brano del nuovo album al quale ti senti più affezionato?

-In questo momento mi piace molto "Attitude", è un vero pugno molto forte in faccia!

Quali sono le band che hanno influenzato il vostro sound maggiormente?

-Siamo stati fortunati quando eravamo bambini, tutti i grandi gruppi sono venuti nella nostra città, a Newcastle e li abbiamo visti quasi tutti e noi probabilmente abbiamo preso un po' delle loro caratteristiche da tutti e le abbiamo fatte nostre, ma direi che le nostre prime influenze sono state Slade, Purple e Judas Priest e poi Budgie, Pat Travers, Rainbow, UFO e via discorrendo.

Cosa vi aspettate dal nuovo album?

-Chi lo sa? Siamo felici di aver scoperto che un sacco di persone ci amano ed amano questo disco! Fino ad ora ci stanno aiutando a creare alcuni grandi spettacoli ed alcuni grandi festival sono in arrivo.

Cosa ne pensi del mondo del music business? Come lo giudichi?

-Fa schifo, ma questo è il gioco. Ci siamo sempre concentrati sulla musica e abbiamo avuto diversi problemi con il business!

Quali sono le principali difficoltà per una band come la vostra?

-Soldi, soldi e soldi!

C'è qualche musicista con il quale desideri collaborare un giorno?

-Sarebbe bello lavorare con Dave Groul!

Quali sono i piani futuri per la band? Come volete promuovere il vostro nuovo album?

-Faremo un sacco di festival in Europa e faremo anche delle date negli USA, speriamo di tornare in Giappone ed anche nel Regno Unito!

Pubblicherete un live CD o un DVD?

-Alla fine faremo uscire un DVD dal vivo e di rarità, con riprese video in studio. Abbiamo del materiale di grande qualità e ci stiamo lavorando.

Vuoi lasciare un messaggio ai nostri lettori?

-Grazie per il vostro sostegno, speriamo di tornare presto in Italia!

Intervista a cura di Maurizio Mazzarella

Nessun commento:

Posta un commento