Ansa News

Si è verificato un errore nel gadget

mercoledì 10 marzo 2010

AMANTYDE - Bleeding Miles


Vengono del Veneto questi bravi Amantyde, più precisamente dalla città di Treviso e questo "Bleeding Miles", dopo circa quattro anni di attività, è il loro disco di debutto sul mercato discografico, edito dalla pregevole label Black Fading Records, dopo la pubblicazione del demo "Aurora" e dell'EP "Leave it all Behind" datato 2006. Musicalmente siamo nel campo del gothic metal, anche se dare un'etichetta precisa alla musica di questo gruppo, sarebbe assolutamente limitativo per l'arte dei musicisti che lo formano, perché in ogni nota di "Bleeding Miles" è palpabile la loro buona personalità ed una consistente preparazione tecnica di fondo, oltre a discrete qualità compositive. Stilisticamente ascoltando gli Amantyde vengono alla mente i Lacuna Coil, ma anche in questo caso è doveroso fare le dovute differenze, perché anche se come punto in comune c'è un cantante di sesso femminile dietro al microfono, la band veneta dimostra per tutta la durata del disco, di essere in possesso di una precisa identità. Tra momenti energigi e frammenti seducenti, "Bleeding Miles" scorre in modo fluido e dinamico, lasciandosi apprezzare dalla prima all'ultima nota, senza alcun intoppo, senza alcun momento di pausa, ammaliando ed ipnotizzando grazie alla bellissima e sensuale voce di Nicky, determinante in senso assoluto per la buona riuscita di questo disco. La produzione è discreta e questo fattore nel complesso, dona un sound moderno ed attuale alla musica degli Amantyde, che pur non scoprendo nulla a livello sonoro, dimostra come band di non invidiare nulla a nessuno. Buon disco quindi, se amate questo genere vi piacerà sicuramente.

Voto: 7/10

Maurizio Mazzarella

Nessun commento:

Posta un commento