Ansa News

Si è verificato un errore nel gadget

giovedì 7 gennaio 2010

DARK ILLUSION - Where The Eagles Fly


Impossibile non restare ammaliati da un prodotto discografico di simile portata. I Dark Illusion sono una band svedese di power metal, con ponderate tracce di hard rock, che vede tra le propria fila artisti di grosso calibro, primo fra tutti Thomas Vikström, in passato anche cantante dei Candlemass, mentre a seguire troviamo il bassista Pontus Egberg, meglio conosciuto per la propria militanza nei Lion's Share. "Where The Eagles Fly" è il loro secondo lavoro in studio a rigurado di questo pregevole progetto e giunge sul mercato discografico a quattro anni di distanza dall'esordio "Beyond the Shadows". Come facilmente intuibile, nella musica dei Dark Illusion ci sono fortissime tracce riconducibili alla scena scandinava, almeno se ci soffermiamo esclusivamante sul power metal, anche se ad un primo impatto vengono alla mente le band più tradizionali del settore, come ad esempio i primissimi Helloween e soprattutto i Gamma Ray, con la penna del mitico Kay Hansen che sicuramente avrà notevolmente influenzato il modo di comporre del gruppo svedese. Soffermandoci sul disco, ci troviamo di fronte davvero ad un gran bel lavoro. I Dark Illusion è vero, non scoprono nulla di nuovo, di questi prodotti ce ne sono tantissimi in giro, però quello che fanno possiamo affermare che lo fanno davvero bene rispettando tutti i canoni del settore. "Where The Eagles Fly" è un disco fresco, dinamico, con pezzi che scorrono in modo fluido e che giovano di un notevole impatto. La produzione è molto buona e dona alle singole canzoni un suono molto moderno ed attuale. Tecnicamente poi, il livello è davvero molto elevato, specialmente se ci soffermiamo sulle chitarre di Tomas Hultqvist, modulate in modo davvero impeccabile e capaci di ritagliarsi un ruolo da protagonista con pregevoli assoli taglienti ed incisivi. Anche la sezione ritmica svolge un lavoro discreto e risulta sempre precisa e puntuale. Se amate queste genere è intule e scontato dire che questo disco vi piacerà tantissimo.

Voto: 8/10

Maurizio Mazzarella

Nessun commento:

Posta un commento