Ansa News

Si è verificato un errore nel gadget

giovedì 15 ottobre 2009

LEAVES' EYES - Le Antiche Storie Nordiche


Intervista ai Leaves' Eyes, ci risponde la cantante della band Liv Kristine:

Come descriveresti in termini musicali il vostro nuovo album? Vuoi presentarcelo?

-Se dovessi descrivere "Njord" in poche parole direi "bombastico", "emotivo", "contrastante" e "puro". Abbiamo perfezionato il nostro sound, che direi è tanto pesante quanto cristallino, capace unisce metal, gothic e musica classica.

Quanto tempo è stato necessario per registrarlo?

-Per quanto riguarda la produzione di "Njord", abbiamo iniziato a comporre nel 2007 e avevamo previsto di rilasciare l'album nel 2008, ma abbiamo appena costruito un nuovo studio completamente ed abbiamo dovuto lasciare quello che avevamo affittato in precedenza. Inoltre, siamo stati costretti a rinnovare lo studio da cima a fondo, dalle apparecchiature ai sistemi di registrazione dopo lo spostamento nel nuovo studio. Tutto questo ha portato via almeno un anno. Nel mezzo di tutto questo, abbiamo dovuto produrre i nostri DVD "En Saga i Belgia" / "We Came with the Northern Winds", che è un "progetto" dalla durata complessiva di sei ore. Ovviamente abbiamo avuto anche dei problemi per trovare un nuovo bassista ed un batterista, visto che i nostri due ex membri hanno deciso di concentrarsi su altri lavori. Nick Barker, che era il nostro batterista, purtroppo, ha deciso di fare un passo indietro dal metal e dal business musicale essendo periodo della sua vita molto difficile. Abbiamo improvvisamente avuto una telefonata dall'Inghilterra, in cui era terribilmente dispiaciuto per dirci di alcuni gravi problemi personali che aveva. È abbastanza difficile trovare un nuovo batterista, soprattutto perché lui o lei deve essere in grado di riprodurre le canzoni di Leaves' Eyes, Atrocity e del mio progetto solista. Tuttavia, abbiamo avuto il bisogno di superare questo arco di tempo estremamente impegnativo ed è difficile avere una nuova prospettiva sulle varie cose che fai per trovare stabilità. Dal momento che sono state effettuale le prime registrazioni demo per "Njord", fissarci già un obiettivo a partire dal 2007 sarebbe del tutto impossibile.

Quale è l'origine di una vostra canzone? Come nasce una vostra canzone?

-Noi abbiamo un proprio nostro studio, per cui c'è sempre qualche nuova registrazione, o proviamo le nostre idee in una delle sale di registrazione. La maggior parte di tutto è di Thorsten (il chitarrista), me ed Alexander (voce, mio marito). Una canzone inizia sempre con un idea nata dalla chitarra o da una melodia cantata da me. Ho sempre lasciato parlare la musica stessa. Se ritengo che una canzone o un album richiede un testo molto diverso o un concept, vorrei concentrarmi su questo. Lavoriamo su ogni canzone fino a quando non abbiamo raggiunto una sua determinata caratteristica. Non potrò mai provare a forzare la mia arte, voglio solo cercare di lavorare e progredire insieme ad essa, lascio che lei parli al mio cuore ed il tutto prende forma in un modo perfetto. Tutto quello che faccio viene dal mio cuore. Il fatto che io sono norvegese, avrà sempre un ruolo importante nella la mia musica, nei concetti e nelle parole.

Quali sono i temi affrontati nel vostro nuovo album?

-Il titolo "Njord" dice già molto sul concept. Io amo il "suono" di questa parola (io sono una poetessa). Mi ricorda il "nord" ed "fiordi", tuttavia "Njord" è il dio delle tempeste e del mare. Era incredibilmente importante per i Vichinghi, come per agricoltori, i pescatori, gli uomini, i commercianti o i guerrieri in viaggio attraverso i mari sulle loro navi lunghe. I testi delle canzoni principalmente trattano di personaggi della mitologia del nord (ad esempio Njord, Fröya's Theme, Nove Wave Maidens, Ragnarok), o dei luoghi storici e degli eventi (ad esempio Scarborough Fair, La battaglia di Maldon, Emerald Island, Irish Rain, Les Champs de Lavande). Per questo motivo ho ritenuto necessario affrontare tutti questi diversi linguaggi. "Vinland Saga" è basato su Leif Eirikssons e la scoperta dell'America, stesso dicasi anche per l'EP, Legend Land, che è uscito subito dopo. "Njord" è un concetto molto più ampio, che viaggia attraverso la storia e la mitologia nordica. E' sempre stato importante per me, perché il nostro suono è arte autentica e vorrei che il nostro pubblico abbia veramente la sensazione di vivere un viaggio meraviglioso. Ritengo che la nostra musica abbia bisogno di un concpt speciale, ben scritto ed interessante e voglio viaggiare attraverso il tempo e lo spazio, portando al pubblico una sensazione incredibile e positiva nello stato d'animo.

Quale è il brano del vostro nuovo album al quale ti senti più affezionata?

-"Theme Frøya" è il mio brano preferito tra i diciotto presenti in "Njord". Frøya è la dea del sesso ed allo stesso tempo anche della guerra e della morte. Una curiosa contrapposizione di responsabilità. Uno dei "Vanir", venne ad Asgard come ostaggio accompagnata da suo padre e suo fratello Njord Frey. Ha sposato il dio Od, che l'ha abbandonata ed è qui quando che la nostra storia comincia. Frøya non poteva accettare che il marito aveva messo gli occhi su altre donne e lui la lasciò. Si dice che lei stava piangendo lacrime come pietre d'oro che crollarono sulla terra. Infine ci sarà un ricongiungimento tra i due. Come ho sentito la versione demo fatta da Thorsten (il chitarrista) demo di questa canzone, istintivamente ho pensato che questo è il più epico e lungo, pezzo musicale. Tra gli altri miei favoriti c'è "Irish Rain ". Io amo amo i suono e sento l'atmosfera sulla pelle.

Quali sono le band che hanno influenzato il vostro sound maggiormente?

-A proposito di ispirazione, ancor prima di cominciare la scuola, mi sono interessata a miti e storie antiche. Mia madre mi leggeva sempre alcune storie prima di andare a dormire. In Norvegia, dove sono nata ed ho vissuto per venti anni, studiamo molto la storia scandinava, in particolare dei vichinghi, ad un'età molto giovane. La mia musica è stata ispiranta da tutto questo. Se una melodia mi viene demandata, io la canterò in maniera classica e lo farò. Non ho mai preso lezioni di canto di qualsiasi tipo, io mi considero molto fortunata con tutta l'esperienza che ho raccolto. Il canto è nel mio sangue ed ero in grado di cantare, prima che d'inziare a parlare quando ero una bambina. Tuttavia, io sono cresciuta con l'heavy metal (ad esempio i Black Sabbath con Ozzy) da un lato e con la musica classica (ad esempio, Grieg, Tschaikowsky) dall'altro, così quando ho formato la mia ex-band i Theatre of Tragedy insieme ad un cantante maschile nel 1994, era chiaro per me che la mia musica dovesse suonare in questo modo. Ed io seguo ancora le mie radici.

Cosa ci si aspetta dal nuovo album?

-Sono così orgogliosa dei membri della mia band che abbiamo raggiunto questo obiettivo insieme. Io sono soddisfatta al 100% con "Njord"! Il feedback degli album è stato assolutamente fantastico. Molti giornalisti e fans hanno ci hanno già fatto pervenire i loro consensi e speriamo che il 2009 sia l'inizio di un meraviglioso viaggio per i Leaves' Eyes. Mi auguro che l'universo senta questo!

Cosa ne pensi della music business? Come lo giudichi?

-Il business nella musica è molto duro, soprattutto il pop-business. Tuttavia, essendo una frontwoman metal, mi sento veramente tranquilla. Io suono metal da più di quindici anni, visto il mio passato con la mia ex band, i Theatre Of Tragedy. Questo è il mio consiglio: è importante parlare, essere onesti con gli altri e col il tuo cuore.

Quali sono le principali difficoltà per una band come la vostra?

-Il download ed il problema della pirateria, purtroppo. Le etichette soffrono e quindi anche le band.

C'è qualche musicista con il quale desideri collaborare un giorno?

-Ozzy, Tarja, Madonna, Liza Gerald (Dead Can Dance), Montserrat Caballe o i Linkin Park.

Quali sono i programmi futuri per la band? Come volete promuovere il vostro nuovo album? Sarà di pubblicato un live CD o un DVD?

-Come ti dicevo prima, in precedenza abbiamo già pubblicato un DVD live "En Saga i Belgia", tra cui un live CD e un film sulla band. Ora, io sono davvero impaziente, perché il nuovo tour sta arrivando! Noi saremo in tour in Europa nel mese di novembre e forse gli Stati Uniti nel mese di dicembre o in primavera 2010. Per il 2010 abbiamo programmato due lunghi percorsi, tra cui spettacoli in Russia e probabilmente un sud America. Vi consiglio di guardare le nostre tour-date sul nostro sito internet, sono confermate ad oggi. Spero d'incontriarvi tutti! Comunque, il mio terzo album uscirà all'inizio del 2010, il mix lo stiamo facendo adesso!

Vuoi lasciare un messaggio ai nostri lettori?

-Volevo solo aggiungere un caloroso ringraziamento a tutti i nostri meravigliosi fans ed agli amici della band. Vi prego di venirci a trovare al nostro prossimo tour nel mese di novembre o al MFVF a Wieze tra pochi giorni!

Intervista a cura di Maurizio Mazzarella

Nessun commento:

Posta un commento