Ansa News

Si è verificato un errore nel gadget

venerdì 29 luglio 2011

TERAKAI – The Last Stand


Il metalcore ogni giorno ci propone, o si guadagna, nuovi seguaci; questa volta tocca a agli inglesi Terakai, i quali con l’EP “The Last Stand” ralizzano la loro prima release di una certa importanza. L’impatto nell’iniziale “Divinity Restored” è davvero ottimo, oltre a mostrare tutti i crismi del genere: la melodia, gli stop ‘n go, i brakdown e tutto il resto. Gli altri tre brani, “What Was Once Light”, “ Reflections of The Past” e “Welcome to the Grave” sono della stessa pasta, ma è “Reflections of The Past” a guadagnarsi sicuramente il bollino da migliore canzone di tutto “The Last Stand”, in quanto offre un piacevole equilibrio tra i nervi scoperti dei Terakai e l’attitudine a decorare i pezzi con qualche trovata cathchy. Nonostante la giovane età gli inglesi dimostrano una capacità compositiva di tutto rispetto, sia per le ritmiche che per le chitarre, ma anche per il cantato che Joe Knipe molto spesso rende versatile. La Siege Music ha individuato una band che certamente può crescere, nell’ambito della scena delle correnti metal attuali e “The Last Stand” diventa un importante promemoria mentre si resta in attesa per quello che sarà poi l’album di debutto.

Voto: 7/10

Halb9000

Nessun commento:

Posta un commento