Ansa News

Si è verificato un errore nel gadget

venerdì 15 luglio 2011

ARTIZAN - Curse Of Artizan


Questi Artizan sono una bnd davvero molto, ma molto interessante. Vengono dagli Stati Uniti d'America, per la precisione dalla Florida e questo pregevole "Curse Of Artizan" è il disco d'esodio edito dalla Pure Steel Records. Direi nel complesso che questo è davvero un buon inizio per un gruppo nel complesso attivo da soli tre anni, dove troviamo in pianta stabile i due ex Leviathan Tom Braden alla voce e Ty Tammeus alla batteria. Da un punto di vista strettamente musicale, il gruppo suona un pregevole heavy metal di stampo melodico, fortemente influenzato dalla scena statinutense ed improntato su sonorità prevalentemente tradizionali, anche basate su quella che è la classica scuola britannica. Il disco è davvero molto bello, è intenso ed anche passionale, ma soprattutto, scorre in modo fluido e dinamico e si lascia davvero ascoltare dalla prima all'ultima nota in modo davvero piacevole. Siamo chiari, gli Artizan non cambieranno il mondo e certamente non scoprono nulla di nuovo, ma hanno tutte le carte in regola per sfondare e per raggiungere livelli molto elevati. Non voglio fare paragoni scomodi, ma anche gli Hammerfall hanno iniziato con un disco di questo tipo e sappiamo bene che carriera hanno fatto. Non voglio dire un'eresia, ma vedo molti in comune tra i due gruppi non del tutto nei contenuti, ma nell'approccio e nell'abilità compositiva. I brani sono compatti al punto giusto e sono in possesso anche di una determinata versatilità, sono di facile presa, ma soprattutto, sono supportati da una tecnica invidiabile, soprattutto le chitarre sono molto buone e ben modulate. C'è poi il supporto di una produzione discreta, anche se qualche piccola cosa poteva essere migliorata. Un buon disco insomma, che piacerà agli amanti di questo settore senza alcun dubbio.

Voto: 8/10

Maurizio Mazzarella

Nessun commento:

Posta un commento