Ansa News

Si è verificato un errore nel gadget

lunedì 18 luglio 2011

ANDREA BRAIDO - Jazz Organ Trio


E' una vera emozione recensire questo cd e le ragioni sono molteplici: è l’ennesimo capolavoro di uno dei migliori axeman nazionali, viene pubblicato per un etichetta, Videoradio, che nell’arco di queste collaborazioni con la nostra testata abbiamo imparato a conoscere come sinonimo di qualità nell’inflazionato panorama dello shredding, vi suona la batteria Alex Napolitano, nostro concittadino (siamo di Taranto) seguitissimo da chiunque in città (…ma anche altrove) segua la musica seriamente, è stato registrato a Manduria, nella nostra provincia, dove non è difficile apprezzare il funambolico chitarrista, che spesso viene dalle nostre parti a “strimpellare” (nei credits è presente anche Ciccio Nigro, gestore del Go West le cui assi del palcoscenico più di una volta son state calcate da Andrea…). Come gran parte di noi ricorda, il nostro è salito alla ribalta come chitarrista di Vasco Rossi (e poi Zucchero, Eros Ramazzotti, Patty Pravo e la lista è ancora lunga… opsss! Dimenticavo la collaborazione col nostro Pino Scotto !!!) ma dovete sapere che il rocker di Zocca lo ha scoperto mentre in un locale si esibiva suonando jazz e fusion. Il disco che analizziamo è davvero fantastico, ve lo dico col cuore, perché quello che sentirete uscire dalle casse dello stereo è al limite del sovrannaturale. Tanto è l’impeto, la foga ma anche la smisurata tecnica e padronanza dello strumento che sono riversate lungo tutto l’arco del lavoro. Mai sentiti fraseggi così particolari ed innovativi (almeno nell‘ambito del genere proposto) come quelli che tra l’altro potrete sentire in No Gravity e Gilles Villeneuve. Non da meno sono Alex, appunto, e Vito Di Modugno all’organo, che seguono e contrappuntano con destrezza Andrea durante le sue scorribande. Se amate la MUSICA, maiuscole non a caso, fate assolutamente vostro questo lavoro. Grazie come sempre a Beppe Aleo. Per info www.videoradio.org .

Voto: 9/10

Salvatore Mazzarella

Nessun commento:

Posta un commento