Ansa News

Si è verificato un errore nel gadget

giovedì 23 giugno 2011

GIORNALISTA SUICIDA: ASSOSTAMPA, CORDOGLIO E SCONCERTO


(ANSA) - BARI, 22 GIU - ''Cordoglio e sconcerto'' sono espressi dall'Associazione della stampa di Puglia in relazione al suicidio del giornalista di Ceglie Messapica (Brindisi) che ''si e' abbandonato ad un gesto estremo, dettato dal profondo disagio esistenziale legato anche alla sua condizione di precarieta' lavorativa''. L'episodio - viene spiegato in una nota - ''deve imporre a tutti, specialmente a chi detiene responsabilita' di governo a tutti i livelli, una profonda riflessione sul dramma di migliaia di persone, giovani e meno giovani che, non soltanto nel giornalismo, vivono ogni giorno sulla propria pelle il dramma di un'occupazione precaria e senza alcuna prospettiva di stabilizzazione. Una condizione che impedisce a chiunque di guardare al futuro con fiducia e di realizzare progetti di vita''. (ANSA).

La tutela del lavoro autonomo e di tutte le forme di contrattualizzazione destrutturata e precaria, e la ferma opposizione a ogni forma di sfruttamento e svilimento del lavoro giornalistico, sono le priorità sulle quali la Fnsi accentrerà il proprio impegno, con l’obiettivo di garantire dignità all’attività e ai compensi di migliaia di giornalisti che, lontani dalle redazioni e spesso costretti a operare in contesti difficili, giornalmente si sacrificano per garantire a tutti i cittadini un bene primario come l’informazione.
Il Cn ha quindi fatto proprio il comunicato dell’Associazione della stampa di Puglia”.

CONSIGLIO NAZIONALE FNSI: UN MINUTO SILENZIO PER FAGGIANO

“Il CN della Federazione Nazionale della Stampa italiana ha ricordato con un minuto di silenzio il collega Pierpaolo Faggiano, giornalista precario pugliese, che, con un gesto estremo, ha denunciato il suo disagio esistenziale ma anche un’intollerabile condizione di precarietà e incertezza lavorativa.
Drammi umani come questo ripropongono in tutta la loro tragica attualità i problemi del precariato diffuso, che priva di ragionevoli certezze sul futuro umano e lavorativo migliaia di giornalisti. Un tema ampiamente affrontato e dibattuto al Congresso di Bergamo e su cui il CN ha voluto ribadire la sua forte attenzione.

ASSOSTAMPA.IT

Nessun commento:

Posta un commento