Ansa News

Si è verificato un errore nel gadget

venerdì 18 marzo 2011

ANY FACE - The Cult Of Sickness


Devo essere sincero, considero la città di Varese una piccola capitale metal se circoscritta lal nostra nazione, perché in quella provincia fioccano un folto numero di band di notevole spessore e qualità. Sempre da Varese, provengono questi bravissimi Any Face, gruppo attivo attivo da oltre dieci anni, che con questo nuovo album "The Cult Of Sickness", edito per la Buil2Kill Records, giunge al secondo album in studio, facendo ritorno sul mercato discografico a distanza di cinque anni dal disco d'esordio "Craving Out Of Mist", intervallati dall'EP "Deaf Songs for a Dead World" e dal demo "Birth Of A Nihilist". Da un punto di vista strettamente musicale non esiste alcuna possibilità di errore. Gli Any Face suonano un purissimo e finissimo death metal, rigorosamente ispirato alla scena americana dei primi anni novanta. In particolare, Atheist, Carcass e Death sembrano ad un primo impatto le fonti d'ispirazione ed influenza primarie della band lombarda, che in alcuni frangenti, non disdegna la possibilità di sperimentare e provare cose innovative. A prescindere da tutto questo, la forza della band è tutta impostata sull'aggressività e la violenza, che denotano un'attitudine micidiale. Poi c'è il fattore tecnico, che non risulta assolutamente da trascurare. Gli Any Face sono dei musicisti preparati e questo è denotabile per tutta la durata del disco. "The Cult Of Sickness" è un disco di valore e qualità, formato da brani compatti e dall'impatto molto forte, dotati di una cattiveria incredibile, impreziosita da una velocità impressionante. Siamo di fronte ad un gruppo di prospettiva, dotato di una personalità fortissima identificabile anche con molta precisione. Ottima anche la produzione, assolutamente appropriata alla proposta musicale complessiva degli Any Face. C'è poco d'aggiungere: complimenti ragazzi!!!

Voto: 7,5/10

Maurizio Mazzarella

Nessun commento:

Posta un commento