Ansa News

Si è verificato un errore nel gadget

venerdì 28 gennaio 2011

THE VERY END - Miseria & Misericordia


Intervista ai tedeschi The Very End in occasione della pubblicazione del loro ultimo diso "Mercy & Misery". Ci risponde il cantante del gruppo Bjoern Goosses:

Come descriveresti in termini musicali il vostro nuovo album? Vuoi introdurlo?

-Ciao Maurizio! Il nostro nuovo album "Mercy & Misery" s'interseca in un nuovo ciclo di thrash metal tedesco! Noi abbiamo ereditato il suono della nostra regione, che è la regione della Ruhr Area (da dove deriva il classico thrash di Sodom, Kreator ecc) e lo abbiamo porttato ad un livello successivo! "Mercy & Misery" contiene 11 brani di moderno e massiccio thrash, melodico e aggressivo, groovy e di mentalità aperta! Inoltre ci sono due cover, "Immigrant Song" dei possenti Led Zeppelin ed un pezzo da discoteca degli anni '80 che ci ha colpito, "Maniac", ma questo brano c'è solo sul digipak limitato! Abbiamo prodotto il disco con un produttore leggenda come Waldemar Sorychta (Tiamat, Sentenced, Samael, Lacuna Coil e molti altri), ha portato grande esperienza. Non potremmo essere più felici visto il risultato di "Mercy & Misery", è davvero un disco di grande thrash moderno!

Quanto tempo è servito per registrarlo?

-Beh, non abbiamo registrato l'album in modo lineare, abbiamo diviso il processo di registrazione in più parti, distribuite tra batteria, basso, prima chitarra, seconda chitarre e voce. A volte abbiamo anche fatto solo poche ore al giorno. Questo perché non siamo stati in uno studio di registrazione prenotato, che ti dà un sacco di vantaggi per quanto riguarda gli aspetti logistici. Quindi è difficile dire quanto tempo ci abbiamo messo esattamente. Direi nel complesso circa due settimane, forse anche un po' meno.

Qual è l'origine di una vostra canzone? Come create una canzone?

-Abbiamo cercato di scrivere le canzoni sulla base di melodie e sintetizzatori automatizzati come il software del karaoke, ma non ha funzionato... Sto scherzando haha! Naturalmente è stato tutto un riff killer dal primo momento. Quindi, Rene, Volker o Marc creano qualche riff e poi lavorano su questo, discorso diverso per la batteria e le linee vocali. Poi mettiamo assieme i riff che possono adattarsi o semplicemente lavoriamo su un determinato il flusso, fino a creare nuovi riff. E anche se non necessariamente scriviamo ogni canzone insieme in sala prove, siamo fondamentalmente sempre in accordo su tutto. Almeno, in realtà non capita spesso che una canzone abbia un solo creatore. Alla fine è un lavoro creativo collettivo, e questo è ciò che rende il nostro processo di songwriting così stimolante e interessante!

Quali sono gli argomenti affrontati nel nuovo album?

-Uhm questa è una domanda difficile da rispondere in realtà. Scherzi a parte, anche se scrivo tutti i testi e so bene di cosa parlano, è qualcosa difficile da spiegare. I testi sono un mix di diario catartico, viste sarcastico sul mondo e sono una sorta di immagini dipinte con le parole. Costruisco un sentimento o una prospettiva filosofica invece di raccontare una storia simile ad altre. E' qualcosa di molto negativo in un primo momento. Alcuni temi non sono troppo familiari per la scena metal, come la morte, l'isolamento, la perdita di qualcuno, il nichilismo e così via. Ma questa negatività riflettono sempre in qualcosa. Ogni lirica è a se stante, eppure sono tutte collegate in un modo o nell'altro. Così vi consiglio di fare un tentativo e leggere attentamente i testi della canzoni!

Qual è il brano del vostro nuovo album al quale ti senti più affezionato?

Dal brano 1 al 13 haha... In realtà, non c'è traccia che posso scegliere. E probabilmente ognuno di noi avrebbe pezzo che gli piace di più se lo chiedi a tutti i ragazzi ora haha...

Quali sono le band che hanno influenzato il vostro sound di più?

-Questo qualcosa di molto grande per la nostra band. Nel senso che semplicemente non è possibile ridurre a pochi gruppi tutto l'elenco di chi cia ha influenza. Il fatto che ogni membro della band è impegnato a livello creativo nel gruppo, rende il nostro stile variegato. Naturalmente ci sono alcune bande che a tutti noi piacciono, ma questo non significa necessariamente che queste band sono notevolmente influenti per il nostro sound. Sicuramente si possono trovare elementi nel nostro sound che possono essere trovati nella musica di altre band, ma questo è causato da un approccio simile che sia nello scrivere lo stesso tipo di musica quelle. Come una miscela di melodia e aggressività, come ad esempio Arch Enemy o Testamento o At The Gates per esempio... Credo davvero che sia più importante le influenze che noi abbiamo avuto singolarmente per elaborare le idee che pi confrontiamo con gli altri membri del gruppo. Mi piace ad esempio, che tipo di lavoro effettua il batterista o se il chitarrista suona un certo riff. Puoi conoscere se lui compone un midtempo più groovy o un riff thrash aggressivo e questo probabilmente influenza lo sviluppo della questa canzone più di ogni album di un'altra band.

Cosa vi aspettate dal nuovo album?

-Si spera che "Mercy & Misery" ci possa spingere ad un livello superiore. Contrariamente alla nostra precedente etichetta, che praticamente non ha fatto promozione per il nostro primo album "Vs. Life". La SPV è una società di professionisti con una grande storia alle spalle. Motörhead, Type O Negative, Sodom, Annihilator, Sepultura, Kreator, solo per citare alcuni noi. Attualmente la SPV si è ridimensionata e questo permette loro di prendersi cura di ogni singolo artista in modo appropriato. Olly Hahn ed il resto dei ragazzi del SPV apprezzano davvero quello che facciamo e questo è un buon punto da cui partire. L'album contiene senza dubbio musica di qualità, per cui spero che la gente lo apprezzi, acquisti l'album e venga ai nostri concerti. Speriamo di fare un tour nel 2011o partegimare ad alcuni festival! Speriamo ci sia un sacco di gente ai concerti! Ci piace suonare dal vivo e non vedo l'ora di presentare le nuove canzoni sul palco!

Cosa ne pensi del music business? Quali sono le principali difficoltà per una band come la vostra?

-Bene, bene... non c'è business come nel mondo dello spettacolo, giusto? Da una parte il business nella musica è qualcosa di creativo, ci sono grandi band e se sei pignolo, primo poi troverai quello che stai cercando. Poi nella nostra regione, ci sono molti grandi concerti tutto l'anno. Questo sabato per esempio posso scegliere tra i Fintroll, i Samael e Peter Pan Speedrock, oppure tra Kreator, Exodus Death Angel ed uno show deli Scorpions, tutto a distanza di 20min di auto! D'altra parte questo è ancora il più grande problema del mondo della musica. Voglio dire, in realtà è un lusso ed un problema, ma questo eccesso di offerta di band, etichette, concerti e festival, magazine e così via rende molto più difficile stare fuori da questo contesto ogni anno. Le vendite dei dischi sono in diminuzione e spesso è ancora più difficile attirare la gente ai concerti! Così i gruppi vengono abbandonati dalle loro etichette, gli spettacoli vengono annullati e così via. Le modifiche strutturali come il crescente numero di riviste online e portali di download intensifica questo problema. È possibile ascoltare la migliore musica del mondo, ma se non sei sentito, se si lavora con le persone sbagliate, la tua band non potrà mai crescere.

C'è qualche musicista con il quale desiderate collaborare un giorno?

-Vuoi dire come un progetto o un ospite? Beh, mi piacerebbe avere qualche apparizione di Michael Amott, Tomas Lindberg o Gene Hoglan sul prossimo album. Probabilmente, inoltre, non sarebbe male qualcuno dei Metallica o (anche non sono un loro grande fan) assieme agli At The Gates che ci hanno chiesto di aiutarli nel loro prossimo tour! Se penso al mio progetto ideale, non importa se i membri sono ancora vivi o morti, probabilmente avrei piacere di reclutare Jimmy Page, Glenn Danzig e Ronnie James Dio alla voce, con Lemmy e Pete Steele al basso, Marty Friedman, Joe Satriani e Dimebag Darrell come tripla chitarra e probabilmente Gene Hoglan alla batteria. Ma ci sono tanti altri grandi musicisti che potrebbero aderire, così forse sarebbe più qualcosa di simile ad una grande orchestra, dopo tutto. Godetevi lo spettacolo!

Quali sono i piani futuri per la band? Come desiderate promuovere il vostro nuovo album?

-Oh, c'è praticamente un calendario pieno per noi in questo momento! Il nostro sito theveryend.net sito è on line da dicembre e ci sono un bel paio di notizie. Recentemente abbiamo girato il video di "A Hole In The Sun", diretto da Marcus Overbeck della Filmefahrer Pictures, ed in questo mese abbiamo fatto diverse cose, un making of, seti di foto, interviste e così via. Stiamo lavorando ad tour per la primavera ed anche su alcuni festival per la prossima estate! Ci auguriamo di suonar presto in Italia.

Pubblicherete un live CD o un DVD?

-Spero che un giorno lo faremo, ma per ora non ha molto senso. Voglio dire, abbiamo solo album all'attivo finora e non abbiamo suonato abbastanza live, questo dimostra che ancora non abbiamo abbastanza materiale per un DVD. Per ora ci auguriamo che "Mercy & Misery" venda abbastanza copie per aiutare il finanziamento del prossimo album. Ma se noi e lo speriamo, andremo presto in tour a supporto di "Mercy & Misery", porteremo sicuramente una videocamera con noi! Naturalmente un buon DVD dal vivo può essere divertente, ma di solito preferisco tutti quei simpatici backstage, cose che accadono nel tour bus e così via!

Vuoi lasciare un messaggio ai nostri lettori?

-Prima di tutto voglio ringraziarti Maurizio, per avermi permesso di condividere i miei pensieri con i vostri lettori! Poi tutti dovrebbero visitare il nostro sito web theveryend.net che è appena stamo messo on lite! Ascoltate "Mercy & Misery ...!!! Cheers!

Intervista di Maurizio Mazzarella

Nessun commento:

Posta un commento