Ansa News

Si è verificato un errore nel gadget

venerdì 15 ottobre 2010

TRISTANIA - Rubicon


I norvegesi Tristania rappresentano ormai una certezza nell'ambito del gothic metal di stampo mondiale e questo nuovo "Rubicon" (edito per la Napalm Records), non fa altro che confermare e rafforzare questo concetto. "Rubicon", è il sesto capitolo targato Tristania e giunge a distanza di tre anni dal precedente "Illumination". Facendo un balzo indietro nel tempo, quando oltre dieci anni fa venne dato alle stampe il capolavoro "Beyond the Veil", era impossibile pensare in quel momento che nel campo del gothic metal potesse uscire un altro lavoro altrattanto perfetto. In effetti è stato sempre difficile anche per i Tristania stessi emulare l'effetto di quel disco. Oggi i Tristania sono un'altra band, suonano ancora ovviamente gothic metal, ma hanno cercato di evolvere in modo netto e moderno il loro stile e soprattutto il loro sound. Siamo di fronte quindi ad una band che suona in modo maturo e coerente, che non si è venduta al mercato, ma che fa dell'arte e dell'ispirazione le componenti principali della propria musica. Ne viene fuori quindi un disco molto piacevole da ascoltare, dove il fattore tecnico recita un ruolo importante, ma non fondamentale, perché in "Rubicon" sono importanti i ritmi e soprattutto le atmosfere che regnano in ogni brano. Con grande onestà, non siamo di fronte ad un capolavoro del settore, questo è bene dirlo ed anche sottolinearlo, ma siamo comunque di fronte ad un buon disco, che non esalta, ma che comunque si lascia ascoltare con grande piacere, perché i Tristania sanno coinvolgere chi ascolta la loro musica e questo rappresenta per loro un punto di forza. Ottima la produzione, a conferma che "Rubicon" è un album ben confezionato. Consigliato a tutti gli amanti del settore.

Voto: 7,5/10

Maurizio Mazzarella

Nessun commento:

Posta un commento