Ansa News

Si è verificato un errore nel gadget

lunedì 8 febbraio 2010

FALLEN WITHIN - Intoxicated


Attivi da circa sette anni e provenienti dalla Grecia, per la precisione dalla mitica Atene, i Fallen Withen giungono con questo nuovo "Inotxicated", edito per l'ottima etichetta nostrana Coroner Records, alla pubblicazione del proprio album d'esordio, dopo aver dato alle stampe un promo nel 2005 ed il demo "The Conqueror Worm" nel 2004. Musicalmente, la band ellenica viene nel complesso associata al modern melodic metal, anche se analizzando il disco in modo maggiormente approfondito, troviamo anche diverse tracce attinenti al metalcore ed al nu metal. Sgombrando il campo da ogni tipo di malinteso, ci troviamo di fronte ad un buon disco, che, anche se potrebbe far sorrcere il naso ai puristi del death metal, merita senza alcun dubbio una determinata attenzione da parte di tutti, perché ci troviamo a parlare di un ottimo insieme di canzoni e di una band dotata di pregevoli qualità tecniche e compositive, oltre che di un'incredibile personalità che incide pesantemente sulla propria identità musicale. "Intoxicated" piace perché scorre in modo fluido e dinamico, senza grossi momenti pausa giovando di una buona intelaiatura di fondo, con eccellenti assoli di chitarre e prevoli intrecci tra voci pulite e voci death. "Intoxicated", piace perché è un disco che non guarda al passato, ma porge il proprio sguardo in modo netto verso il futuro, senza mai trascurare il presente, forte di brani compatti, straordinalimente melodici e seducenti e dall'impatto di notevole portata, con l'ultriore capacità di essere assimilati da chi ascolta con straordinaria facilità. In questo, risulta assolutamente determinante l'ottimo lavoro svolto in fase di produzione da Bob Katsionis dei Firewind, capace di donare al disco un suono molto moderno ed all'avanguardia. Buon inizio quindi per i Fallen Within, che siamo sicuri, nel prossimo futuro potranno solo stupirci. In positivo s'intende.

Voto: 7/10

Maurizio Mazzarella

Nessun commento:

Posta un commento