Ansa News

Si è verificato un errore nel gadget

mercoledì 6 luglio 2011

FLOORSHOW - Son Of A Tape


Non sono molte le informazioni relative a questa band proveniente dalla provincia di Latina, che pubblica in questi giorni il suo debut album a cura della Blood Rock Records, etichetta sussidiaria della Black Widow che ne cura la distribuzione. Devo dire che l’ascolto di questo lavoro si rivela davvero piacevole, in quanto è un vero e proprio tuffo nella dark wave degli anni ’80 con un tocco rockabilly particolarmente accentuato. E subito tornano alla mente i Christian Death, i Damned, i Bauhaus e, concedetemelo, i primissimi Litfiba, anche per la somiglianza del timbro vocale del singer dei nostri con quello del Piero Pelù d’annata. Il disco scorre davvero veloce perché composto da brani accattivanti e particolarmente aggressivi, quest’ultima caratteristica probabilmente dovuta alla registrazione live in studio, che saranno graditi anche da chi ascolta sonorità più estreme. D’altro canto ricordo bene che, tra chi ha superato gli anta, eravamo in molti ad ascoltare i suddetti gruppi pur essendo metallari d.o.c. … Se vi piace il genere proposto dategli una chance perché non vi deluderà.

Voto: 7/10

Salvatore Mazzarella

Nessun commento:

Posta un commento