Ansa News

Si è verificato un errore nel gadget

mercoledì 13 luglio 2011

DEMONICAL - Death Infernal


I Demonical nel complesso sono nati dalle ceneri dei Centinex, non a caso troviamo tre elementi che hanno fatto di quella band, ovvero il bassista Martin Schulman, il batterista Ronnie Bergerståhl (Grave) ed il chitarrista Johan Jansson. Provenienti dalla Svezia, la band scndinava giunge con questo pregevole "Death Infernal", edito per la Cyclone Empire Records, alla pubblicazione del proprio terzo lavoro in studio, facendo ritorno sul mercato discografico a distanza di due anni dal precedente "Hellsworn". Da un punto di vista musicale, c'è molto dei Centinex nulla musica dei Demonical, cosa ampiamente prevedibile, ma la loro ricetta si basa complessivamente sul death metal di matrice scandinava, quello più estremo, per questo, per cert i versi, vedo anche facile accostare questo gruppo ai migliori momenti targati Dismember, anche se in questo caso viene pigiato maggiormente il piede sull'accelleratore, tanto che alcun frangenti sembrano più black che death. Detto questo, Death Infernal ha un impatto bestiale, i brani sono compatti e penetranti, i ritmi sono incisivi e pungenti e per tutta la durata del disco la parola d'ordine è sempre quella di picchiare duro senza sosta. Un aspetto l'ultimo enunciato che di regola non va pari passo con la tecnica, ma non nel caso dei Demonical, che anche a livello di strumento si fanno davvero rispettare. La produzione è anche molto buona, è ruvida al punto giusto, ma anche la giusta dose di sound all'avanguardia e questo giova davvero molto al disco. Direi infine che se amate il metal estremo, questo disco fa al caso vostro, perché le componenti migliori ci sono tutte, aggressività, violenza e cattiveria, ma soprattutto competenza.

Voto: 7,5/10

Maurizio Mazzarella

Nessun commento:

Posta un commento