Ansa News

Si è verificato un errore nel gadget

lunedì 28 febbraio 2011

DOOMSWORD - The Eternal Battle


Vado subito dritto al sodo. Questo non è un grandissimo disco, ma di più, molto di più. Questa è l'immensità che si tramuta in musica metal, grande musica metal. Per farla breve, non ci sono altre parole per descrivere un disco dai contenuti egregi, quanto colossali allo stesso tempo. I Doomsword sono una band ormai nota al pubblico metal nostrano, una band proveniente dalla mitica Gallarate in provincia di Varese (piccola patria del metal nel nord Italia), che forse avrebbe meritato molto di più di quanto raccolto nel proprio percorso artistico, rispetto ad altre band sulla carte più blasonate, ma certamente non inferiori ai nostri amici lombardi, attivi da poco meno di quindici anni. Questo ultimo lavoro in studio "The Eternal Battle", edito per l'egregia Dragonheart, è il loro quinto lavoro in studio, che giunge sul mercato discografico a quattro anni di distanza dal precedente "My Name Will Live On". Musicalmente, come noto, siamo nel campo dell'epic metal, dove i Doomsword spaziano tra sfumature heavy e ponderatamente doom, rivolgendo lo sguardo ai primi Manowar, ai Virgin Steel, ma soprattutto a Cirith Ungol e Manilla Road, mostrano a sua volta una maturità fuori dal comune, oltre che una personalità fortissima, che denota un'identità precisa. Il disco gode di un impatto molto forte, è intenso e spontaneo e contiene dei componimenti validissimi da diversi punti di vista. Un di questi è il notevole livello tecnico che correda "The Eternal Battle", specialmente per quanto riguarda l'incredibile lavoro delle chitarre di Alessio "Sacred Heart" Berlaffa, davvero stupefacente. "The Eternal Battle" ha un buon ritmo, ti penetra nelle vene senza mai lasciarti, riuscendoti anche a spiazzare, pur non essendo un lavoro innovativo da un punto di vista strettamente musicale. La produzione è discreta, dona al disco un suono molto "ottantiano", giusto per il genere dei Doomsword, che forse con un sound più moderno avrebbero certamente perso qualcosa in appeal. Gran bel disco, se amate il metal d'autore, questa è la musica che fa per voi!!!

Voto: 8,5/10

Maurizio Mazzarella

Nessun commento:

Posta un commento