Ansa News

Si è verificato un errore nel gadget

venerdì 10 dicembre 2010

DELIRIUM - Il Viaggio Continua 1970-2010 (DVD + CD)


Siamo a Genova il 13 Febbraio 2008 in un Teatro Politeama tutto esaurito…Quello in programma è un evento che vede protagonisti sullo stesso palco Le Orme ed i Delirium,una serata che gli amanti del prog di tutta la Liguria e dintorni difficilmente scorderanno. Non solo per il blasone dei protagonisti ma anche per l’esibizione memorabile sfoderata dai Delirium (…e tale sarà stata anche quella de Le Orme) di cui,sia ringraziato il Cielo,ne abbiamo testimonianza immortalata per sempre su supporto ottico. L’occasione è ancor più speciale dato che il gruppo genovese festeggia anche 38 anni di carriera. E’ una musica tutta particolare ed originale quella dei Delirium,che mescola sapientemente sonorità mediterranee e solari tutte di matrice italiana a momenti più madrigaleschi tipici dei Jethro Tull (…e di fatti venivano considerati i loro epigoni italiani per i furiosi assoli di flauto di Ivano Fossati),non disdegnando di inserire veri e propri momenti jazz e hard rock. Più che le canzoni dovremmo presentare i protagonisti di quest’esibizione che nonostante sia stata gustata solo davanti allo schermo di un televisore (…purtroppo),vi giuro mi ha messo i brividi addosso e non solo per le acrobazie musicali dei cinque attempati signori ma anche e soprattutto per la simpatia ed il calore che son riusciti a manifestare lungo tutto l’arco della serata. Martin Grice (flauto,sax,tastiere e cori),l’inglese del gruppo sempre paterno e sorridente,Roberto Solinas,splendido chitarrista e voce solista,Fabio Chighini,un metronomo col suo basso ma allo stesso tempo autore di un continuo lavoro di contrappunto,Ettore Vigo,tastiere di ogni tipo ed un rigore tutto accademico ed infine Pino Di Santo,batterista talentuoso e fantasioso,oltre ad occasionale voce solista,che impersonifica il lato solare dei Delirium…è un piacere vederlo suonare mentre guarda ed apostrofa sempre entusiasta il pubblico che affolla il teatro. Se come contorno c’aggiungete tutti i filmati dell’archivio RAI che riguardano il gruppo,extra composti da interviste ed estratti di altre esibizioni ed un bonus cd contenente la versione audio dell’esibizione al Politeama capirete che possiamo concludere questa recensione con una sola frase: Dio benedica Black Widow per la pubblicazione di questo ennesimo gioiello. Da avere !!!

Voto: 10/10

Salvatore Mazzarella

Nessun commento:

Posta un commento