Ansa News

Si è verificato un errore nel gadget

lunedì 11 gennaio 2010

OSADA VIDA - Lungo le vie del Progressive


Intervista ai polacchi Osada Vida, ci risponde il batterista della band Adam Podzimski:

Come descriveresti in termini musicali il nuovo album? Vuoi introdurlo?

-Un saluto a tutti, siamo veramente lieti che il nostro ultimo album sia molto popolare in Italia. Con questo album abbiamo deciso di invadere il mondo di incubi. È per questo che lo abbiamo chiamato "Uninvited dreams", perchè molte persone non mi piacciono e faccio brutti sogni e spaventosi. Ogni composizione descrive un diverso tipo di incubo. La parte musicale del nostro album è una miscela di tanti stili diversi, per esempio: prog rock, metal, fusion funky e persino jazz. Penso che sia l'album più maturo degli OV.

Quanto tempo è stato necessario per registrarlo?

-Abbiamo lavorato circa tre mesi in studio: giugno, luglio e agosto 2009. Naturalmente ci sono state delle interruzioni, era estate ed abbiamo fatto vacanze brevi (ride n.d.a.). Ma in realtà il nostro lavoro è cominciato nel mese marzo nella nostra residenza. Stavamo suonando alcune improvvisazioni e le abbiamo registrate. Quando le canzoni erano quasi pronte, abbiamo iniziato il nostro lavoro nello studio di registrazione.

Quale è l'origine di una vostra canzone? Come create una canzone?

-La nostra musica è principalmente il risultato di una grande improvvisazione. Ci incontriamo e ognuno cerca di riprodurre un piccolo suono. Dopo diverse ore di prove, i suoni si trasformano in melodie e poi in liriche. I brani sono composti in modo diverso. All'inizio si pensa al concept principale dell'album. Assieme a me, Ola scrive i testi, di solito sono molto importanti e l'effetto finale è veramente positivo (ride n.d.a.).

Quali sono i temi affrontati nel nuovo album?

-Come ho detto all'inizio abbiamo voluto scrivere un album sugli incubi ed è quindi basato sulle nostre paure e sui nostri brutti sogni. A noi non piacciono, ma non possiamo evitarli. Il nostro album è imprevedibile come gli incubi.

Quale è la traccia del nuovo album alla quale ti senti più affezionato?

-Mi piacciono "Childmare" e "Lack Of Dreams". Entrambi sono dei buoni pezzi con della buona musica, ma mi piace molto anche "Is That Devil From Spain Too?". In questa canzone ognuno può fare ciò che vuole.

Quali sono le band che hanno influenzato il vostro sound di più?

Ci sono troppi artisti che ci hanno ispirato. Ci piacciono diversi tipi di musica, ascoltiamo il metal (in particolare a me e Lukasz), il classic rock, il prog (rock e metal) ed anche il jazz, il funk, il pop e la musica classica. Su questo album abbiamo voluto fare qualcosa di nuovo. Quando stavamo componendo l'album, stavamo suonando molte improvvisazioni. Credo che "Dreams Uninvited" è una miscela dei generi di musica che ci piace ascoltare.

Cosa vi aspettate dal nuovo album?

-Speriamo di suonare in Italia in estate (ride n.d.a.). Ma francamente vorremmo presentare il nostro nuovo album, lo vorremmo fare a quante più persone è possibile e vorremmo iniziare a suonare concerti non solo in Polonia, ma anche all'estero.

Cosa ne pensi della music business? Come lo giudichi?

-Se mi chiedi del music business in Polonia ti dico che non va bene. Abbiamo solo poche grandi stelle. In Polonia non c'è posto per band come la nostra. Ci sono molte buone progressive metal band nel nostro paese, ma solo poche di loro sono ben note all'estero. Ma se mi interroghi sul music business europeo, devo dire che è un po' meglio (almeno lo spero). Davvero non lo so.

Quali sono le principali difficoltà per una band come la vostra?

-La difficoltà principale è la mancanza di promozione per band come la nostra. In radio si può ascoltare molto pop o band da discoteca, ma quasi nessuna progressive o metal. Speriamo che questo cambierà presto, perché sempre più persone vogliono ascoltare la nostra musica.

C'è qualche musicista con il desideri collaborare un giorno?

-Naturalmente, ce ne sono alcuni. Il mio sogno più grande è quello di suonare un concerto con i Rush, ma ho paura che sia solo un sogno che mai avvererà, chissà forse un giorno.

Quali sono i programmi futuri per la band? Come volete promuovere il vostro nuovo album?

-Prima di tutto vogliamo suonare molti concerti per quanto sia possibile, non solo in Polonia, ma anche all'estero. Ed alla fine del prossimo anno ci piacerebbe iniziare a lavorare sul nostro nuovo album.

Sarà pubblicato un live CD o un DVD?

-Non abbiamo ancora pensato a questo, ma se abbiamo una possibilità simile, potrebbe essere davvero grande.

Vuoi lasciare un messaggio ai nostri lettori?

Vi ringrazio per l'attenzione nei confronti della nostra musica. La vostra attenzione è la fonte della nostra convinzione che la musica che ha il grande potere di dare felicità a tutti voi. Ci auguriamo di incontrarvi ai nostri concerti un giorno.

Intervista a cura di Maurizio Mazzarella

Nessun commento:

Posta un commento