Ansa News

Si è verificato un errore nel gadget

lunedì 25 gennaio 2010

ANNOTATIONS OF AN AUTOPSY - Il Regno dell'Oscurità


Intervista ai bitannici Annotations Of An Autopsy, ci risponde il chitarrista della band Sam Dawkins:

Come descriveresti in termini musicali il nuovo album? Vuoi introdurlo?

-Semplicemente come grande e fottuto Death Metal!

Quanto tempo è servito registrarlo?

-Ci sono volute circa due settimane e mezzo per registrare l'album, quello che è servito a prescindere dalla nostra volontà, ma sicuramente siamo orgogliosi del risultato.

Quale è l'origine di una vostra canzone di suo? Come create una canzone?

-Di solito si inizia con un paio di riff e tutto si costruisce da lì. Non abbiamo mai scritto tutti insieme, di solito due di noi si ritrovano, scrivono le basi della canzone e l'approccio viene con il resto della band.

Quali sono i temi affrontati nel nuovo album?

-Questo album parla su come la religione è stata creata dal genere umano solo per farci conoscere la verità. Questo è un concept album e tutto ciò che c'è su questo disco si basa su tale nozione.

Quale è il brano del nuovo album al quale ti senti più affezionato?

-"In Snakes In Bathe", è stata la prima canzone scritta per l'album e contiene alcuni grandi riff da sbattere la testa.

Quali sono le band che hanno influenzato il vostro sound di più?

-Decapitated, Slipknot, Behemoth, Cannibal Corpse, Luther Van Dross, Tears For Fears, tanto per fare qualche nome!

Cosa vi aspettate dal nuovo album?

-Un carico di soldi? Non questo in realtà, ci aspettiamo di fare più tour, arrivare a suonare più spettacoli per farci conoscere da più gente.

Cosa ne pensi del music business? Come lo giudichi?

Io penso che per noi come band è dura essere coinvolti nel music business, a meno che non sei una pop band non guadagnerai mai una grande quantità di denaro, per le nuove band è così, il business è sinonimo di successo .

Quali sono le principali difficoltà per una band come la vostra?

-Noi tutti viviamo lontani gli uni dagli altri e questo rende le cose difficili. Anche per fare dei tour in particolare, nessuno di noi ha dei lavori a tempo pieno, di conseguenza i soldi sono un problema.

C'è qualche musicista con il quale desiderate collaborare un giorno?

Non proprio, collaborare con una band è già abbastanza duro per me.

Quali sono i programmi futuri per la band? Come volete promuovere il vostro nuovo album?

-Suonare nei grandi tour, suonare a tutti i grandi festival, in modo da farci conoscere dal mondo.

Sarà di pubblicato un live CD o un DVD?

-Forse un giorno.

Vuoi lasciare un messaggio ai nostri lettori?

-Acquistate i nostri album (ride n.d.a.)! Così non avrete rimpianti.

Intervista a cura di Maurizio Mazzarella

Nessun commento:

Posta un commento