Ansa News

Si è verificato un errore nel gadget

lunedì 28 settembre 2009

CHILDREN OF BODOM - Skeletons In The Closet


In un periodo in cui il mercato dei cd è in netto calo e con la crisi che ci cammina col fiato sul collo, e quindi essere oculati nelle spese è una doverosa necessità, è davvero difficile capire perché le case discografiche, pur di raschiare il fondo del barile, si ostinino a pubblicare dischi come questo, per giunta imponendone la vendita a prezzo pieno.
Skeletons In The Closet non è l’ultimo disco in studio dei COB ma un disco di sole cover, per giunta non del tutto inedite, in quanto già pubblicate su singoli, ep o come bonus tracks su edizioni limitate, per cui i fans più sfegatati già ne saranno in possesso della maggior parte di loro…Ne ci possiamo sentire di consigliare questo lavoro a chi voglia ascoltare un cd del gruppo occasionalmente o comunque per farne la sua conoscenza.
Alla fine, insomma, chi metterà mani al portafogli sarà solo il collezionista maniaco che deve avere tutto, ma proprio tutto,e forse è proprio a loro che questa release è indirizzata.
Oddio, se poi dobbiamo farne un’analisi obiettiva, è evidente l’ecletticità del gruppo che spazia tra generi diversi come il classic rock dei Creedence Clearwater Revival in Lookin’ Out My Backdoor (da cui è stato tratto un gustoso videoclip), il punk dei Ramones in Someboy Put Something In My Drink, il metal con varie covers da Poison a Scorpions, da King Diamond ad Iron Maiden, ed in ordine sparso Pat Benatar, Sepultura, Kenny Rogers, Slayer, sino a finire al pop di Britney Spears. Inoltre l’esecuzione è perfetta e tutto sommato l’ascolto ne risulta piacevole ma, purtroppo nulla di più.
Insomma, per soli fans…Ma magari di allegarlo come bonus disc gratuito al prossimo studio album… no, vero ???!!!

Voto: 6/10

Salvatore Mazzarella

Nessun commento:

Posta un commento